CAPPUCCETTO ROSSO PER RIVALUTARE LA FIGURA DEI NONNI E SALUTARE LA SCUOLA DELL’INFANZIA CARIATI

I bambini del 2° Circolo didattico che con il prossimo anno passeranno alla primaria hanno salutato la scuola dell’infanzia con una simpatica manifestazione dedicata ai nonni e realizzata nell’ambito del progetto educativo “Cappuccetto Rosso … ieri e oggi”. Nel Cinema Teatro, alla presenza di numerosi nonni e genitori, i bambini di 5 anni dei plessi “G. di Napoli”, “Marco Venneri” e Tramonti hanno rivalutato queste figure importanti per la loro crescita, confrontando il loro comportamento, spesso disubbidiente, con quello del protagonista della famosa fiaba. Il progetto è stato svolto secondo la tecnica del laboratorio ed ha inteso valorizzare il dialetto come patrimonio locale e, nello stesso tempo, ha fatto emergere la morale della fiaba. Nel corso della narrazione, infatti, sono state inserite delle scenette in dialetto cariatese aventi per argomento il rispetto verso genitori e nonni, facendo capire il modo corretto di comportarsi nella vita. In modo divertente, com’è tipico dell’età, i piccoli hanno lanciato, con questa rappresentazione, un incisivo messaggio: dedichiamo più tempo ai nonni che sono fonte di saggezza, di storia e di esperienza. I circa quaranta attori in erba si sono esibiti nella recitazione, nei balli, nei canti, nelle poesie e nell’interpretazione di canzoni in lingua inglese con la guida delle insegnanti Brunella Limido ed Elisabetta Trento. Al termine dell’applaudita esibizione, il dirigente scolastico Giuliana Rizzuti, ha ringraziato le docenti Pina Calabrese, Preziosa Caligiuri, Maria Cariglino, Rosaria Costantino Perri, Maria Spina, Antonietta De Lorenzo, Luisa Labonia, Anna Nicoletti, Aurora De Marco, coadiuvate dalla loro collega in pensione Erminia De Natale, che ha realizzato i vestiti per il balletto dei fiori, e dall’esperta Rodica Giacco che, con impegno e serietà, ha seguito i bambini nell’attività di ballo. La professoressa Rizzuti, infine, ha espresso gratitudine per la preziosa collaborazione alle famiglie, alla parrocchia, all’Amministrazione Comunale e a tutti gli altri organismi istituzionali.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta