CALOPEZZATI: FINALMENTE LA SPIAGGIA PULITA CON MEZZI MECCANICI

Dall’ottobre del 2021 la giunta comunale di Calopezzati rivendica la scelta di non pulire la spiaggia mediante lo “spianamento meccanico” per il “rispetto che l’amministrazione pone all’ambiente poiché la narrazione imposta dalla giunta comunale guidata dal sindaco Giudiceandrea è quella, così, di “agire nell’interesse di Calopezzati e non in nome di pratiche arcaiche e controproducenti per i cittadini e l’ambiente“.

Ormai da anni i cittadini (calopezzatesi e turisti), sono costretti a subire una spiaggia in condizioni fatiscenti e non sono poche le critiche nei confronti di una giunta comunale che però sul tema non ha mai assolutamente deciso di rivedere le proprie scelte.

Evidentemente mosso dalla disperazione, oppure, da una irrefrenabile voglia di manifestare il proprio dissenso quest’oggi un privato cittadino ha deciso di pulire il litorale antistante al proprio stabilimento balneare mediante l’uso di mezzi meccanici. Il Circolo di Fratelli d’Italia “Giuseppe Tatarella” di Calopezzati intende manifestare tutto il proprio sincero e vivo apprezzamento nei confronti di questo cittadino.

Finalmente c’è qualcuno che, attraverso il proprio agire, manifesta concretamente il proprio dissenso. Plaudiamo all’iniziativa, che comprendiamo ed apprezziamo, ed auspichiamo che la giunta comunale di Calopezzati possa rendere l’intero litorale di Calopezzati mare tanto pulito quanto lo è quello pulito dal privato cittadino che abbiamo avuto modo di vedere ed osservare con assoluto compiacimento e che invitiamo tutti a vedere perchè è certamente l’unico ed il solo angolo di spiaggia a Calopezzati che restituisce dignità e bellezza.

A tal proposito cogliamo l’occasione per rinnovare con sincerità i nostri complimenti al rivoluzionario cittadino che ha scelto finalmente di “rompere” questa incredibile narrazione ed anche alla ditta che ha eseguito il lavoro a regola d’arte.

Print Friendly, PDF & Email

Views: 116

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta