Caligiuri (Pdl) chiede lumi al sindaco sul canone di depurazione

Il comune quando restituirà ai cittadini il canone di depurazione, non dovuto perché l’impianto non è mai entrato in funzione, pagato dal 1995 ad oggi? È la domanda che da qualche tempo vivacizza il dibattito politico nel grazioso centro silano e che spinge la consigliera di minoranza dl Pdl, Maria José Caligiuri, a presentare specifica interrogazione al sindaco Luigi De Vincenti. La Caligiuri chiede di sapere !quali sono “i criteri adottati dall’ente” per risolvere la questione una volta per sempre, anche, e soprattutto, alla luce delle recenti disposizioni di legge le quali individuano “l’importo, con i relativi interessi, che i gestori (in questo caso proprio il comune, ndc) dovranno restituire ad ogni singolo richiedente avente diritto”. La “pasionaria” del Pdl invoca una sentenza della Corte Costituzionale (335/2008) dichiarante l’illegittimità della norma nella parte in cui prevedeva il pagamento del canone di depurazione anche nel caso “manchino gli impianti o questi siano temporaneamente inattivi”. C’è di più, spiega la consigliera, perché “le somme riscosse, secondo quanto stabilisce la legge, andavano riportate nel bilancio comunale e vincolate esclusivamente per la messa in funzione o la ristrutturazione del depuratore. Ora, nel nostro documento contabile tale voce non esiste, e di conseguenza non sappiamo come siano stati utilizzati i quattrini sborsati dai cittadini”. Nel frattempo i contribuenti hanno depositato, da oltre un anno, regolare richiesta di restituzione del canone ma, protesta la Caligiuri, “non è avvenuto nulla, se non la consegna di appositi modelli di rimborso nei quali i cittadini devono riportare anche gli estremi dei versamenti a sua tempo effettuati”. Domanda: “Se qualcuno ha smarrito le ricevute di pagamento l’ente non rimborsa? Questi soldi arriveranno nelle tasche della gente o ci sarà necessario intraprendere azioni giudiziarie?” Insomma, si preannuncia una “calda” estate, mitigata solo dalla fresca brezza silana. Stimo a vedere come va.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta