CALCIO: Un risultato positivo, sul campo del Botricello, garantirebbe, alla cariatese, la permanenza nel campionato di prima categoria, evitando i play out

Un’altra finale da giocare, questa volta quasi proibitiva, su di un terreno di gioco difficile contro il blasonato Botricello, reduce da ben quattordici vittorie stagionali, l’ultima conseguita sul terreno esterno del pericolante alla retrocessione Minieri King per 1 a 4. Dunque, domani 4 maggio, la compagine del presidente Giuseppe Matera farà visita al Botricello, quarta forza del campionato in corso, che dopo un ottimo girone d’andata ha rallentato alquanto la sua marcia soprattutto per la cessione di validissimi elementi quali le punte Russo ed Ortolini, avvenuta a dicembre durante la riapertura delle liste di trasferimento, ma che comunque sta portando a termine un campionato di notevole spessore, conseguendo un posto di notevole rilievo nella classifica finale del torneo in via di ultimazione. La gara di domani, domenica quattro maggio, sarà determinante ai fini della slavezza per il collettivo dei ragazzi di mister Donnici: la conquista di un ulteriore risultato positivo significherebbe per Francesco Cristaldi e compagni la matematica permanenza nel campionato di prima categoria. Impensabile al termine del girone di andata quando la compagine della Cariatese veleggiava impietosamente quale fanalino di coda della classifica. Domani, dunque, un’altra finale da giocare su di un campo difficile ed ostico e contro una squadra composta da validissimi giocatori. La Cariatese del presidente Giuseppe Matera domani farà, dunque, visita al Botricello del tecnico Puccio. Una squadra, quella del Botricello, che dopo un brillante girone d’andata, ha rallentato alquanto, ma domani sarà tutt’altra storia, ad esserne convinto è lo stesso tecnico Donnici. A rafforzarne la convinzione è lo stesso massimo dirigente della Cariatese. ”E’ una squadra il Botricello forte in tutti i reparti, sostiene l’architetto Giuseppe Matera, il massimo dirigente della compagine della Cariatese, un gruppo affiatato e ben amalgamato vista anche la sua ragguardevole posizione in classifica, quarto posto. Nella formazione tipo, prosegue Giuseppe Matera, hanno gente molto fisica e non sarà facile contrastarli, noi, però, stiamo bene e come abbiamo fatto per l’intero girone di ritorno, ce la giocheremo, pur di conseguire quel risultato positivo che significherebbe “salvezza matematica”, senza ricorrere ai play out”. In questo rush finale anche i tifosi si sono maggiormente avvicinati sempre di più alla squadra, questo non può che rendere felice e alquanto soddisfatto l’intero collettivo della Cariatese, teso al massimo per il raggiungimento della matematica salvezza. Gruppo al completo e nessun problema fisico rilevante riscontrato in una settimana di lavoro meticoloso e preciso che si è concluso ieri, venerdì 2 maggio, con la classica rifinitura. Intanto completata la preparazione in vista della trasferta di Botricello, il tecnico cariatese lancia un altro appello, questa volta rivolto ai tifosi, il cui apporto contro il Botricello sarà determinante. ”C’è bisogno, sostiene con forza il tecnico cariatese, dell’apporto dei nostri tifosi in questa difficile trasferta e sono più che sicuro che non ci faranno mancare il loro sostegno, di cui ne abbiamo tanto bisogno!”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta