CALCIO: IL CARIATI VINCE, AD AMANTEA, GIOCANDO UNA PARTITA PERFETTA.

Amantea 1 – Cariati 2 Marcatori : 17’ Russo, 35’ Gagliardi, 75’ Minutolo Amantea : Sesti 5,5, Fera 6, Scanga 6, Oleandro 6, (46’ Pirillo 6), Motolese 6,5, De Luca C 6, Gagliardi 6,5, Colombo6, De Luca R 6,5, Miraglia 6,5, Piluso 6 (65’Trunzo 69). All: Caruso. Cariati: Varriale 6, Ioele 8, Caniglia 7, De Giacomo 7, Minutolo 7,5, Scarpello 7, Campana 7 (77’ Pirillo s.v.) Bombarola 7, Russo 8, (69’ Fortino, (75’ Labonia s.v.) Torchia 7, Monteiro 7. All: Vincenzo Filareti Arbitro : Gabriele Cortale di Locri 7.Collaboratori :Fierentino e Petruzzi di Catanzaro- Note. Espulso il portiere del Cariati Varriale al 70’ per comportamento irriguardoso nei confronti del pubblico di casa. La partita perfetta del Cariati Calcio, pur priva di due dei suoi uomini migliori, quali il regista Massimo Ferrentino per squalifica e l’incontrista Sifonetti per infortunio, da compagine di alta classifica, da padrona del campo, bella ed imprevedibile. Bella perché il Cariati ha espresso un calcio totale e con la totalità dei suoi giocatori, ben messi in campo. Numeri spettacolari ed incisivi: 55% di possesso palla in un’ostica trasferta, 20 tiri in porta contro nove. Fabio Joele, Cataldo Minutolo ed Antonio Russo sono senz’altro stati gli artefici della settima vittoria stagionale e terza esterna. Va precisato che la compagine di casa è stata letteralmente battuta dai ragazzi del tecnico Vincenzo Filareti. Quasi perfetti i biancazzurri del presidente Sabatino tosto in ogni reparto. Certo su tutti vanno segnalati Fabio Joele che in difesa è stato un gigante fantastico, tanto da meritarsi la citazione di uno dei migliori in campo. A centrocampo se De Giacomo ha rivelato doti di tranquillità, se Minutolo ha espresso raziocinio e tempestività negli interventi, se Antonio Russo ha espresso, ancora una volta, doti di un centrocampista dal futuro roseo, avendo giocato ovunque coronando la sua prestigiosa con la prima rete del Cariati, sta a significare che il successo del Cariati Calcio è stato ampiamente meritato. In attacco si è visto, ancora una volta, il combattivo antonio Campana, un centravanti che lotta costantemente su ogni pallone mettendo lo scompiglio nella retroguardia locale ed un Monteiro scatenato che ha seminato lo scompiglio nelle retrovie della retroguardia locale. L’Amantea che qualche settimana fa aveva battuto la corazzata Corigliano, ieri,domenica 13 dicembre, è letteralmente affondata, incapace di qualsiasi reazione di fronte al gioco arioso ed efficace espresso dai ragazzi del tecnico Vincenzo Filareti. Non c’è stata partita, solo una lenta agonia davanti al cariati più incisivo e bello dell’intero girone d’andata. Il messaggio che arriva da Amantea è chiaro e forte: siamo pronti per l’impresa, quella con la “ I “ maiuscola: conquistare il diritto ai play off. E per una matricola come il Cariati non è ben poca cosa!

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta