CALCIO: Domani , dal Cariati, i tifosi si aspettano una buona prova.

FOTO DI LINO MALARA

luigi-mariano-2014Dopo la dignitosa prestazione offerta domenica scorsa contro il Cotronei, collettivo candidato alla promozione in Eccellenza, la compagine del Cariati si prepara ad affrontare in campo esterno la squadra del’Olympic Acri.

Non è stato un periodo facile per la compagine del neo presidente Lorenzo Scigliano l’inizio del secondo anno  del campionato di promozione 2016-2017. E’ iniziato con una sconfitta sul terreno di gioco di Lamezia Terme con la matricola Maida; è seguita la cocente sconfitta casalinga con il modesto San Fili. La terza partita ha visto il Cariati subire il pari da una modesta Promosport. La partita successiva, quella esterna con l’Aprigliano, ha visto un Cariati più incisivo e determinato a non soccombere, sebbene ancora sconfitto. Nella quinta partita stagionale contro il Cotronei abbiamo visto un Cariati più pimpante e determinato a battersi sino all’estremo delle proprie forze, conseguendo al termine dei novanta minuti di gioco un dignitoso pareggio che ha tonificato notevolmente il morale dei supporters bianco-azzurri.

Diciamo subito che non è un momento facile per i ragazzi della nuova società,targata Lorenzo Scigliano. Il Cariati veleggia nella parte bassa della classifica, avendo conseguito solo due punti. Ha bisogno di un colpo di reni per tirarsi fuori da questa incresciosa situazione, non soltanto di classifica. Deve anche cercare di evitare quella pericolosa trappola emotiva, quella dello sconforto, in cui rischia di cadere.

E’ ciò che si augurano un po’ tutti gli sportivi a Cariati. Dal tecnico Vincenzo Filareti che non a caso ha parlato di “ritrovata fiducia”, ai calciatori tutti (il centrocampista Sifonetti ha provato a dare una scossa all’intero ambiente), ai tifosi che stanno rimanendo vicini alla squadra sostenendola con grande determinazione negli ultimi eventi minuti di gioco contro il Cotronei. La chiamata a raccolta, in questo senso, dovrebbe essere proprio per la gara di domenica 16 ottobre contro la compagine dell’Olympic Acri. L’intero collettivo sa che un risultato positivo nella trasferta di Acri, oltre a fare scattare la scintilla che finora è mancata, servirebbe per rinsaldare il rapporto.Ma anche per mettersi soprattutto alle spalle la negatività delle prime cinque partite di campionato ed i numeri che stanno causando serie apprensioni.

Una certezza che fa ben sperare è la consapevolezza che alle spalle del collettivo bianco-azzurro vi è una società coesa e determinata a migliorare l’attuale situazione. Non è per niente demoralizzata, anzi è decisa a superare l’attuale momento di crisi per vedere la gloriosa compagine del Cariati al vecchio periodo di splendore che ha visto la compagine di casa primeggiare anche nel campionato di Eccellenza, ai tempi del grande Pasquino, indimenticabile nocchiero del Cariati Calcio.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta