CALCIO: Cariatese 3 – Cremissa 1.

Cariatese 3 Cremissa 1 Cariatese : Boccia Giuseppe 6, Russo Antonio 7,5, Riolo 7, Brunetti Mauro 6 ( 53’ Astro 6), Risoleo 6, Sero Fausto 6,5, Boccia Francesco 5, (61’ De Lorenzo 6,5), Cristaldi 7, Cosentino 7, Sero Raffaele 6, Crescente 6 (74’ Boccia Dilan s.v.). Allenatore: Caruso Franco Cremissa : Mazzotta 5, Laise 5, Giuda 6, Aromolo 6, Morise 7, Pirito 6, Malena 5, Lionetti 6,5, Alfì 5, Basile 8, Scigliano 5. Allenatore: Potenza Cataldo Arbitro: Allamace Giovanni 7 di Reggio Calabria Marcatori: 14’ Cosentino Gennaro, 48’ Basile su rigore, 50’ Riolo, 71’ Sero Raffaele. Razionale, a tratti chirurgico. Pronta a vestire la tuta da operaio per trovare punti che il gioco offensivo del nuovo corso può garantire. finalmente credibilità. Lo spirito maschio della compagine del presidente Giuseppe Matera, di importazione in quanto questo derby è il terzo successo interno, toglie alcuni dubbi ed esalta l’affidabilità che il gioco offensivo del nuovo corso può garantire. Il collettivo di mister Franco Caruso sembra risorto dopo aver toccato, nel primo scorcio di campionato, il fondo. Invece, con gli ultimi rinforzi di dicembre sta trovando certezze e, sulla scorta di una decisa reazione al momentaneo pareggio della Cremissa su rigore siglato da Basile, il migliore dei 22 giocatori in campo, la Cariatese ha avuto la forza di reagire e cogliere un più che meritato successo, scavalcando, nel contempo, in classifica generale, una sua diretta concorrente alla salvezza. Un secondo tempo, quello della Cariatese, diverso rispetto al primo più equilibrato, in cui la squadra di mister Cataldo Potenza, superiore sul piano del palleggio, aveva evidenziato i disagi dei biancazzurri cariatesi. Poi la svolta in cui è emerso il carattere di Gennaro Cosentino e compagni sostenuti dai cambi di mister Caruso nel corso della ripresa. Innazitutto il presidio sulle fasce con il fluidificante Nunzio Astro ed il centrocampista Emilio De Lorenzo. Scelte alle quali mister Potenza non è stato capace a contrapporsi. Il rigore di Basile, al 48’, aveva al momento demoralizzato la Cariatese, ma gli innesti al momento giusto effettuati dal tecnico Franco Caruso hanno spinto la Cariatese a riemergere con una orgogliosa reazione. La Cariatese, dunque, nel finale dell’incontro straripa contro una Cremissa che cade, però, in piedi al di là del risultato pesante. Il timbro di mister Caruso è evidente per una squadra che fatica nel proporre gioco ma che è spedita nelle sue migliori individualità. ”Sono ampiamente soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi, ha affermato il presidente della Cariatese, l’architetto Giuseppe Matera. E’ il terzo successo stagionale , sono certo che continuando a giocare come oggi la Cariatese raggiungerà la matematica salvezza, evitando persino i play out”. Ad inizio di partita il direttore di gara ha fatto osservare un minuto di silenzio per la scomparsa del padre dei fratelli Angelo e Luciano Russo, calciatori della Cariatese e per la scomparsa anche del la madre del presidente Giuseppe Matera.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta