BURC TELEMATICO, COMPLIMENTI ALL’ON. CAPUTO SERPA:ORA PENSIAMO AGLI INCUBATORI D’IMPRESA

BURC TELEMATICO, COMPLIMENTI ALL’ON. CAPUTO OTTO TORRI PLAUDE AD INIZIATIVA 1°COMMISSIONE SERPA:ORA PENSIAMO AGLI INCUBATORI D’IMPRESA ROSSANO (CS), Lunedì 21 Febbraio 2011 – Burc telematico in Calabria a partire dal 1 Gennaio 2012, in anticipo di un anno rispetto alla normativa nazionale. Ecco la Calabria che non ti aspetti, quella che agisce in controtendenza e della quale poter andare orgogliosi. Otto Torri sullo Jonio plaude alla proposta licenziata all’unanimità in 1° Commissione affari istituzionali, si complimenta con il proponente, l’On. Giuseppe CAPUTO e fa una proposta alla Regione Calabria: continuare su questa strada, con gli incubatori d’impresa per favorire i giovani aspiranti imprenditori e metterli in condizione di competere col mondo sul web. DICHIARAZIONE Ing. Eugenio SERPA «La Calabria che non ti aspetti, quella che agisce in controtendenza e riesce a sorprendere facendo dimenticare, per un istante, “l’altra Calabria”: quella che, da troppi anni, siamo abituati a conoscere per sprechi nella PA, corruzione e criminalità organizzata. Questa nuova Calabria da qualche anno comincia a muovere i primi passi verso una gestione della cosa pubblica più oculata, verso una responsabilizzazione che vuole partire dal basso senza troppi clamori. Una di queste iniziative dal basso, basata su fatti ed atti concreti è stata promossa dalla 1° Commissione regionale Affari istituzionali e generali, presieduta dall’On. Giuseppe CAPUTO. Nei giorni scorsi, infatti, quella Commissione ha approvato all’unanimità l’istituzione del Bollettino ufficiale (BURC), esclusivamente telematico entro il 1° Gennaio 2012, con un anno di anticipo sulla data prevista dall’art.32 delle legge nazionale n. 69 del 2009. Grazie a quest’iniziativa, come è possibile leggere nel bilancio della Regione Calabria, sarà possibile risparmiare oltre un milione e seicento mila euro. E scusate se è poco! A questo beneficio contabile, va aggiunto il risparmio di carta che ne consegue, con ricadute positive anche sull’ambiente. Se, infatti, questa iniziativa venisse fatta propria da tutte le amministrazioni locali della Calabria, che stampano ogni giorno su carta materiali informativi e circolari di ogni genere, privilegiando quindi una cultura digitale del dato e dell’informazione, la dimensione di questa iniziativa potrebbe assumere un rilievo ancora maggiore. Non finisce qui. Le ricadute positive di questa importante novità potrebbero essere seguite da altre, caratterizzate dallo stesso spirito riformatore. Mi riferisco alla possibilità di sfruttare, come volano per lo sviluppo di nuove progetti imprenditoriali, le iniziative legate alla de-materializzazione degli atti, alla fruizione dei documenti, direttamente ed esclusivamente in digitale. Ossia la digitalizzazione completa ed efficiente della pubblica amministrazione; stendendo un velo pietoso sullo sviluppo delle nuove imprese in Calabria da dieci anni a questa parte, imprese di carta bollata, nate solo per frodare i fondi europei. Cogliendo lo spirito innovatore della proposta CAPUTO, invitiamo quindi gli amministratori regionali a proseguire su questa strada, immaginando un percorso ed un modello di sviluppo delle imprese basato meno sulla carta e più sulle idee innovative e sui giovani aspiranti imprenditori ai quali la Regione Calabria, come già fatto in altre regioni, potrebbe mettere a disposizione degli spazi fisici dove coltivare e sviluppare le idee. Mi riferisco ai cosiddetti “incubatori d’impresa”. La proposta di Otto Torri sullo Jonio è quella di valorizzare vecchi capannoni industriali, luoghi spesso degradati dove è stata fatta la storia dell’impresa calabrese dei decenni scorsi, ristrutturandoli, dotandoli di connessione a larga banda per dare la possibilità a giovani imprenditori di mettere a punto un nuovo modello d’impresa non più basato sulla carta bollata, bensì sulle idee e sulle opportunità straordinarie del WEB e delle nuove tecnologie in grado di far competere, a parità di condizioni, le intelligenze calabresi con i giovani d’Europa e del mondo».

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta