A Cariati la situazione politica e amministrativa è tragica, non ci sono giri di parole.

Da studente fuorisede, vedere l’immobilità del proprio paese di appartenenza fa male, molto male. Da interessato alla politica invece sono allibito e contrariato per questa situazione di stallo che da ormai troppo tempo sta avvilendo l’intera cittadinanza.

Cominciando dalle varie tensioni già viste nell’anno passato all’interno della stessa maggioranza, passando dalle dimissioni della Consigliera Ciccopiedi, uno dei capostipiti del movimento de “L’Alternativa” e infine con il rifiuto dei vari consiglieri “surrogati”, è ormai lampante un distacco netto dell’attuale amministrazione Greco con la realtà della nostra comunità.

Un’Amministrazione che, nel corso della sua vita, è stata singhiozzante e poco presente nel captare i bisogni della nostra comunità che ormai da tempo urla di disperazione. Ormai si vede solo un temporeggiamento, per cercare soluzioni che non esistono, e di questo tempo perso ne pagheranno le conseguenze sempre e solo i cittadini di Cariati.

Non esistono altre soluzioni, bisogna che l’amministrazione faccia un passo indietro e che si ridia la possibilità ai Cariatesi di riappropriarsi della cosa pubblica attraverso il voto. La Sindaca Greco deve dimostrare nei seggi di avere ancora il consenso popolare di cui si è fatta forte negli ultimi anni, in caso contrario, lasciare il posto a chi verrà dopo.

Non penso ci sia bisogno di dire che questo non è un attacco diretto, ma semplicemente un’analisi obbiettiva di un ragazzo che si è sempre interessato di politica locale e che, anche da lontano, si preoccupa delle sorti del paese in cui è nato e cresciuto.

Davide Santoro

Studente fuorisede a Roma

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta