2° CONCORSO SPINELLI, 17 CANDIDATI

2° CONCORSO SPINELLI, 17 CANDIDATI CHIUSI IERI I TERMINI PER PARTECIPARE COMMISSIONE MISTA SI RIUNISCE NEI PROSSIMI GIORNI CARIATI (Cs), Martedì 9 Febbraio 2010 – 2° Edizione “Diventare Cittadini Europei – Concorso Altiero SPINELLI” rivolto agli studenti frequentanti le quarte classi degli istituti scolastici superiori di Cariati. Si candidano in 17. Ieri (Lunedì 8 Febbraio) la chiusura dei termini, alle Ore 12, presso le Segreterie degli Istituti, per presentare gli elaborati e concorrere, così, ai viaggio-premio a Bruxelles per visitare il Parlamento Europeo. La commissione mista, indicata dagli organizzatori, il Movimento Federalista Europeo e l’Amministrazione Comunale di Cariati, e dai rappresentanti del mondo della scuola si riunirà entro la fine di questa settimana per valutare gli elaborati ed individuare, sulla base della qualità degli elaborati, i nomi dei sei vincitori che raggiungeranno la capitale belga e la sede dell’Europarlamento. Il numero delle candidature ha fatto registrare un aumento rispetto all’Edizione 2009. Per il Liceo Scientifico “S.Patrizi” hanno presentato domanda di partecipazione 9 studenti; per l’IPSIA 6 domande e per l’IPSAR 2 domande. Oltre ad un elaborato multimediale su supporto video e ad un elaborato grafico, un disegno, le buste anonime dei candidati contengono, per lo più gli elaborati di testo sviluppati sui temi proposti dagli organizzatori con la collaborazione del Prof. Giorgio ANSELMI – Relatore presso l’Università di Verona e Segretario Nazionale del MFE. Dal Trattato di Lisbona alla conferenza sul clima di Copenhagen; dalla caduta del comunismo al ruolo dell’Europa nella necessaria costruzione di un ordine mondiale “multipolare”; dalla riflessione sulla collocazione dei confini economici e sociali dell’Europa al ruolo della politica. Sono, questi, i temi sui quali i giovani partecipanti della 2° Edizione del Concorso “Altiero SPINELLI”, si sono cimentati, preferendo in maniera equilibrata tutte le tracce. A breve i nomi dei vincitori.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta