Un duro attacco del capogruppo dell’UDC,Francesco Cosentino, all’Amministrazione, a guida Filippo Sero.

Sull’attuale disastrata situazione finanziaria del Comune di Cariati, che ha già costretto interi nuclei familiari ad emigrare nel Nord Italia o addirittura in terra straniera, pesanti e conseguenziali le argomentazioni del commercialista Francesco Cosentino, capogruppo dell’UDC in Consiglio comunale. ”Come è consuetudine nell’azione amministrativa comunale di Cariati, a guida Filippo Sero, l’Ente, afferma l’esponente di minoranza, Francesco Cosentino, non ha ancora approvato il Bilancio di Previsione 2013 nei termini di legge, dimostrando, chiaramente, di non essere all’altezza di amministrare la cittadina di Cariati e di avere un inesistente senso delle Istituzioni e della legalità”. L’incapacità e l’immobilismo della Giunta Comunale, sostiene serenamente l’esponente del partito di Casini,hanno danneggiato non solo le casse del Comune, ma soprattutto l’immagine della cittadina, privandola,persino, della fruizione dei servizi essenziali. Tra l’altro, continua imperterrito il giovane consigliere Cosentino, l’esecutivo Filippo Sero non è stato in grado di portare a compimento alcuna opera pubblica programmata, molte delle quali indispensabili per l’incolumità stessa dei cittadini cariatesi. Scendendo nello specifico il commercialista Francesco Cosentino asserisce “che la bozza del Bilancio preventivo 2013 presenta uno sbilancio di parte corrente di Euro 876.926,35 ed una scopertura totale di Euro 1.015.750,77. Il tutto senza tenere conto di molte altre poste debitorie di bilancio ancora una volta, artatamente, non inserite in bilancio e relativi al mancato pagamento del conferimento dei rifiuti comunali alla Regione Calabria. L’articolata analisi fredda ma cruda di Francesco Cosentino diventa sempre più incalzante quando puntualizza che a farne le spese dell’incapacità e del conseguente immobilismo della giunta comunale cariatese, a guida Filippo Sero, saranno solo ed esclusivamente i cittadini di Cariati. ”L’inadeguatezza nel governare Cariati di questi amministratori, che hanno generato questa situazione di totale “default” comunale, evidenzia Francesco Cosentino, finirà soltanto per concretizzare in una “evitabile perdita di tempo” per il rilancio della nostra cittadina che sta aggravando, quasi in maniera irrecuperabile, i problemi del nostro Comune. La deliberata procedura di “PRE-DISSESTO” si tramuterà esclusivamente in un fallimento politico ed amministrativo ed in un ulteriore “sopruso” e “furto” ai danni della comunità cariatese, alla quale verranno aumentati al massimo tutti i tributi, senza avere in concambio i necessari servizi che un “paese normale” dovrebbe avere. Ciò,conclude il capogruppo dell’UDC Francesco Cosentino,al solo scopo di tentare vanamente di coprire maldestramente i costi dei tanti sprechi, delle tante clientele di una nociva azione amministrativa che sta ormai durando da circa otto anni”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta