TURISMO SPORTIVO,IL MODELLO SARACENA

Il turismo sportivo e della montagna funziona e può essere sperimentato senza alcuna esitazione, recuperando inerzie, diffidenza e tante occasioni perse in passato in Calabria. La prova c’è e si chiama Trofeo nazionale di orienteering ospitato a Novacco e Masistro, con 300 atleti da tutt’Italia e tutto esaurito nel Paese del Moscato Passito. Tutta Saracena, chi rappresenta l’istituzione pubblica, i partner privati locali e territoriali, le associazioni e l’intera comunità possono andarne fieri. Più che una sfida vinta, con lungimiranza e abnegazione, l’autentico successo della Tre Giorni del Passito sul Pollino rappresenta e ci consegna un messaggio inequivocabile: la strada che, insieme, pubblico e privato devono continuare a percorrere è ormai tracciata. C’è una sola uscita di sicurezza per una regione come la nostra che più di altre sopporta gli effetti perversi della crisi in atto: il management dell’identità e la capacità di saper competere nel mercato vendendo emozioni attraverso il proprio patrimonio naturalistico, storico, architettonico ed enogastronomico. – È quanto dichiara Sergio SENÀTORE, coordinatore generale del comitato organizzatore dell’evento, facendosi interprete della diffusa e generale soddisfazione con la quale lo staff amministrativo e organizzativo dell’importante manifestazione nazionale archiviano una delle più riuscite esperienze di lavoro di squadra e di marketing territoriale mai messe in piedi, dal basso, in Calabria. Documentate dai media regionali e nazionali! Il Veneto si è aggiudicato il podio più alto, seguito da Trentino e Emilia Romagna. Delegazioni da tutta Italia scese in Calabria per confrontarsi in uno sport tipicamente nordico. Percorsi complessi, corridori carichi e preparati. Entusiasti ed emozionati. Tanta sana competitività sportiva, accompagnata da autentici momenti di socializzazione e fruizione dei prodotti del terroir nella magia del paesaggio. Questo successo che è di tutti – ribadisce il Mario Albino GAGLIARDI – rappresenta il coronamento di un grande lavoro partito nel 2009. Dopo aver intessuto i rapporti con la Federazione Italiana Sport Orientamento (FISO), ospitato i Giochi delle Gioventù nel maggio del 2010 ed accolto una delegazione di sportivi della Scandinavia (dove l’orienteering è come il calcio in Italia!), possiamo oggi raccogliere e condividere i frutti. Capitalizzando il risultato e guardando oltre, con maggiore convinzione e determinazione di prima. – La rassegna si è conclusa (domenica 25), a ritmo di musica popolare ed al gusto di orecchiette con fagioli, porchetta, melanzane, vino e poi moscato, dopo l’ultima prova a staffetta a Novacco, seguita alle gare svoltesi nel centro storico (venerdì 23) ed alla Long Distance di sabato 24 a Masistro. Un successo di partecipazione, quasi 300 iscritti, in rappresentanza di 14 regioni. Encomiabile il lavoro del comitato organizzatore, guidato dal Sindaco GAGLIARDI, con il vicepresidente Sandro PASSANTE, l’event director Armando NUZZONE, il delegato tecnico Vincenzo DI CECCO, il direttore di gara Tiziano ZANETELLO, Federico CANCELLI tracciatore gara individuale, Giuseppe SISTO controllore, Vincenzo CINIERI tracciatore della gara a staffetta, Silvio CARRIERI controllore, il responsabile ufficio gare Mari Silvia VITI, Valerio PFISTER per l’elaborazione dati, il responsabile arrivi Lorenzo GECELE, il giudice d’arrivo Roberto FRATTINI, il giudice di partenza Elena POLI, il responsabile cartografia Sergio GRIFONI, il coordinamento Sergio SENATORE, il responsabile logistica Giuseppe CIRIGLIANO, il responsabile segreteria locale Antonello BIANCHI, lo speaker Pietro ILLARIETTI, il responsabile comunicazione Giovanni GAGLIARDI, il responsabile ristoro Elisabetta LOJELO, il responsabile sicurezza Roberto VIOLA, il responsabile cerimoniale Elisa MONTISARCHIO, il responsabile eventi collaterali Emys Pollino ASD, il responsabile alloggi ufficio turistico Saracena, assistenza sanitaria Centro Operativa 118 Cosenza, il responsabile marketing Piero BELLIZZI, il responsabile amministrazione Donato SABATELLA e responsabile ambiente Pasquale DI VASTO. – (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying)

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta