Un Decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali riconosce il ‘Made in Italy’ al pesce venduto al dettaglio, dai nostri pescatori.

La Ministra delle politiche agricole alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, nei giorni scorsi ha adottato un decreto che stabilisce le modalità applicative per l’attestazione di origine dei prodotti della pesca, recante “Misure urgenti per la crescita del Paese”. E’ quanto si legge in una nota stampa ufficiale che riportiamo integralmente. Il provvedimento – spiega la De Girolamo – è finalizzato alla valorizzazione del prodotto ittico italiano, nonché ad incrementare la redditività degli operatori del settore della pesca, dando maggiori garanzie di certezza sulla provenienza del pescato”. “La possibilità di inserire la dicitura ‘prodotto italiano’ sul pesce venduto al dettaglio – continua la Ministra – è un ulteriore passo avanti verso la valorizzazione del pescato del nostro Paese. Il provvedimento che abbiamo adottato contribuirà sicuramente alla qualità e alla trasparenza della filiera. La strada che stiamo seguendo è quella diretta al rilancio del settore ittico nazionale e alla salvaguardia dei consumatori, che hanno il diritto di avere le necessarie garanzie sulla reale origine del pesce da essi acquistato. Il valore aggiunto del ‘Made in Italy’ va riconosciuto anche in questo settore”. Il decreto, infatti, disciplina la possibilità per i soggetti che effettuano la vendita al dettaglio e la somministrazione di prodotti della pesca, di inserire la dicitura “prodotto italiano” – o altra indicazione relativa all’origine italiana – nelle informazioni fornite per iscritto al consumatore. Si possono avvalere della facoltà di etichettare i loro prodotti, come di origine italiana, solo gli operatori che acquistano direttamente da imprese di pesca, anche cooperative, o da organizzazioni di produttori che siano in regola – conclude la nota stampa ministeriale – con le tutte le norme sui controlli definite nell’ambito della politica comune della pesca.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta