STAGIONE ESTIVA, NESSUN DISSERVIZIO

STAGIONE ESTIVA, NESSUN DISSERVIZIO CONCESIONI EDILIZIE, NESSUNA “LEGGEREZZA” INCENDI, NESSUNA MANCATA PREVENZIONE CARIATI (CS), Mercoledì 1 Settembre 2010 – In merito alle diverse dichiarazioni lette in questi giorni sulla stampa e sul web, relative a presunte mancanze di prevenzione contro gli incendi, presunti disservizi, dubbi sulla concessione della Bandiera Blu e sulle concessioni edilizie, si ritiene doveroso precisare quanto segue. 1) Le concessioni edilizie o sono rilasciate nel rispetto della legge oppure sono contrarie alla legge. Non c’è una terza possibilità. Il presunto metro della “leggerezza” secondo il quale sarebbero state rilasciate alcune concessioni ed altre no, è una evidente congettura fantasiosa e strumentale dei rappresentanti dell’opposizione. Del resto se vi sono delle irregolarità, essendo il rispetto delle norme l’unica discriminante tra concessioni legali e concessioni eventualmente illegali, a questa non resta che denunciare, nelle forme previste e che, a quanto pare, seppur invano, hanno dimostrato e dimostrano di conoscere bene. 2) L’amministrazione comunale effettua ordinariamente manutenzione e pulizia degli spazi pubblici. Erbacce incluse. L’unico limite spesso è quello delle aree private nelle quali gli uffici comunali non hanno potere d’intervento. L’incendio di natura probabilmente dolosa sviluppatosi la scorsa notte attorno ad una parte della cinta muraria ha visto intervenire, su interessamento diretto del Sindaco, tra gli altri, uomini e mezzi della protezione civile. Non appare corretta la ricostruzione secondo la quale quell’incendio, sul quale il Comune è intervenuto prontamente, sia stato causato dalla mancata azione preventiva degli uffici comunali, così come ancora una volta riferito in alcuni articoli di stampa e web. 3) Ad aver trascorso un’estate a Cariati caratterizzata dall’esplosione di disservizi di ogni sorta, è stato probabilmente soltanto il consigliere CRITELLI. Le migliaia e migliaia di turisti che ancora una volta hanno scelto Cariati quale meta preferita delle proprie vacanze estive non soltanto hanno apprezzato una programmazione socio-cultuale – come lo stesso CRITELLI ammette – costruita con intelligenza, ma si sono serviti dei trasporti pubblici (letteralmente inventati dall’attuale Esecutivo), non hanno avuto problemi con l’erogazione idrica, né con l’illuminazione pubblica, non si sono imbattuti in un paese abbandonato a se stesso e invaso dai i rifiuti, né in un centro storico desolato, sporco o fantasma (come accadeva qualche anno fa). Al contrario i tantissimi turisti che Cariati ha ospitato da Giugno fino ad oggi e che hanno letteralmente invaso le spiagge e il perimetro del centro storico cittadino, hanno potuto godere, verificandone la fondatezza del mare e delle spiagge Bandiere Blu. Anche in questo caso, come per le concessioni edilizie, se il Consigliere CRITELLI o altri, nutrono dubbi e perplessità non devono fare altro che dimostrare quanto sostengono e denunciare eventuali irregolarità, illegalità o anomalie nelle forme previste rispetto alla conferma della Bandiera Blu anche per quest’anno. Tutto il resto è chiacchiere, noia o forse frustrazione.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta