SS106, IL PROGETTO VA ASSOLUTAMENTE ADEGUATO

 

INCONTRO ALL’UNICAL CON PAGANO, FESTA E ROMA

SOSTENIBILITÀ, CIMINELLI: BATTAGLIA DEL TERRITORIO

 

AMENDOLARA (Cs), Sabato 4 Novembre 2017 – SS106, il progetto del nuovo tracciato deve essere assolutamente adeguato. Dal punto di vista dell’impatto ambientale e della tutela dei beni archeologici, culturali e paesaggistici sono assolutamente migliorabili gli interventi previsti e che vanno concordati con i territori.

È quanto è emerso nel proficuo incontro svoltosi nei giorni scorsi all’Università delle Calabria tra il Sindaco Antonello CIMINELLI, Giuseppe ROMA docente del dipartimento di studi umanistici, Demetrio FESTA docente di trasporti e Mario PAGANO direttore della sovrintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Cosenza, Catanzaro e Crotone.

Seppur con diverse posizioni, ROMA, FESTA e PAGANO hanno condiviso nella sostanza le preoccupazioni motivate e ribadite pubblicamente dal Primo Cittadino di Amendolara sottolineando di essere a disposizione per offrire e condividere suggerimenti e contributi finalizzati a rendere più sostenibile e compatibile un’infrastruttura che è e deve essere complessivamente strategica per il territorio e per la Calabria.

Quella che stiamo portando avanti – precisa CIMINELLI – è una evidente battaglia comune a tutto il territorio e per tutto il territorio, al di là delle precise istanze avanzate in tutte le sedi e nei tempi e modi previsti dal Comune di Amendolara rispetto, in particolare, alla previsione (per sole ragioni di convenienza economica) di trincee e viadotti che stravolgendo il progetto originario stravolgerebbero e cancellerebbero definitivamente ogni ambizione di sviluppo turistico ed eco-sostenibile dell’area.

Non può non essere una battaglia del territorio – va avanti – perché rispetto al progetto preliminare nessuna richiesta di nessun sindaco e di nessun comune è stata accolta. Non è stato accolto nulla di quanto proposto. Senza contare che gli importi delle opere compensative non sono stati calcolati come concordato e come si sarebbe dovuto e che per le opere di conurbazione sull’attuale E90 non è stato previsto nulla. Chi potrebbe stare tranquillo con il progetto così com’è ora?

Ed è su questo – conclude CIMINELLI – ovvero su tutte le istanze avanzate dal territorio nel suo complesso che, dopo l’incontro a Roma al Ministero del 5 settembre scorso, si sarebbe dovuta esplicare l’auspicata opera di mediazione del Governatore OLIVERIO, non certo sulle sole richieste di Amendolara!- (Avv. Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying/3459401195).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta