Spara al fratello mentre questi era disteso sul proprio letto

È stato fermato nel centro storico Luigi CORIGLIANO, gravato da precedenti di polizia, il quale dalla tarda serata del 21 giugno si è reso irreperibile dopo aver sparato al fratello mentre questi era disteso sul proprio letto.

????????????????????????????????????Si è conclusa, per fortuna, senza conseguenze fisiche per la vittima la quale è stata svegliata bruscamente da uno sparo esploso dal fratello il quale, per futili motivi si sarebbe voluto vendicare dell’asserito furto di effetti personali.

Così, nella tarda serata, di martedì scorso, in preda all’ira, Luigi CORIGLIANO ha deciso di “chiudere la partita con il fratello” ed entrando nella propria camera da letto, approfittando del fatto che quest’ultimo stesse già dormendo, gli ha sparato addosso, senza tuttavia riuscire a colpirlo. Immediatamente dopo si dava alla fuga, appiedato e con l’arma in pugno, facendo perdere le proprie tracce.

La vittima, attonita, faceva allertare, da altra familiare presente, il 113 e così intervenivano tempestivamente sul posto gli investigatori della Squadra Mobile e le pattuglie delle Volanti, che procedevano alle escussioni dei testimoni, raggiunti, poco dopo, dalla Polizia Scientifica che effettuava i rilievi tecnici al fine di stabilire l’esatta dinamica dell’evento delittuoso.

Dopo avere, quindi, assunto le necessarie prime informazioni, scattava la caccia all’uomo per addivenire al rintraccio del fuggitivo ed al recupero dell’arma utilizzata.

Sono state infatti ininterrotte, per tutta la notte, le ricerche, passando al setaccio non solo i popolari quartieri di “San Francesco” e “Vescovatello”, nei pressi dei quali abita l’autore dell’aggressione, ma anche i vicoli del centro storico e le vie cittadine.

Le ricerche sono proseguite, senza soluzione di continuità, anche nella mattinata di ieri, con il rafforzamento delle pattuglie sul territorio fortemente voluto dal Questore di Crotone, dr. Sanfilippo, che dava presto i suoi frutti: infatti una volante riusciva, finalmente ad intercettare il CORIGLIANO, tra le vie del centro di Crotone sebbene, però, alla vista degli operatori, il CORIGLIANO, repentinamente, riusciva a darsi nuovamente alla fuga, inseguito a piedi dai poliziotti. Anche in questa occasione il fuggitivo, dileguandosi tra i vicoli, riusciva ad avere la meglio facendo perdere le proprie tracce.

Solo nelle prime ore del pomeriggio del 22 giugno, i paralleli servizi di appostamento, di perlustrazione e di cinturazione dell’intera area, consentivano di rintracciare il CORIGLIANO mentre si aggirava, ancora una volta, tra le viuzze del centro storico cittadino; lo stesso, alla vista degli operatori, questa volta non opponeva alcuna resistenza facendosi, così, accompagnare negli uffici della Squadra Mobile dove veniva sottoposto a fermo di indiziato di delitto, per avere sparato un colpo d’arma da fuoco all’indirizzo del letto sul quale stava riposando il proprio fratello ed essere, successivamente, fuggito portando con se l’arma utilizzata per compiere il delitto.

Il CORIGLIANO, dopo gli adempimenti di rito, è stato associato alla locale Casa Circondariale a disposizione del P.M. di Turno dott. Ivan BARLAFANTE che coordina le indagini.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta