SOTTOSCRITTA ALLA REGIONE LA CONVENZIONE PER L’AVVIO DELLA CASA DELLA SALUTE DI CARIATI: UN’IMPORTANTE GIORNATA, EVIDENTEMENTE NON PER TUTTI. 

Come già anticipato sulla nostra pagina facebook (PD La Scelta), ieri 20/11/2017 si è tenuto presso la Regione Calabria l’importante incontro per la sottoscrizione delle convenzioni relative alla realizzazione di cinque Case della Salute calabresi, tra cui quella di Cariati. Dopo anni, finalmente, si intravedono spiragli positivi per la riconversione funzionale dell’ex ospedale cittadino in una struttura adeguata ed attrezzata per garantire con efficacia assistenza sanitaria al nostro territorio.

A fini di coinvolgimento rispetto alla nostra quotidiana attività politica, raggiunto l’obiettivo, partecipiamo alla cittadinanza che – senza proclami né propaganda – il Partito Democratico locale ha fortemente spinto affinché al più presto si addivenisse alla sottoscrizione della convenzione da parte del Dipartimento “Presidenza” e l’Asp di Cosenza. In tal senso abbiamo sollecitato più volte l’intervento del nostro Presidente Mario Oliverio e del Delegato alla sanità On. Franco Pacenza, i quali, ad onor del vero, erano già impegnati ad evitare ogni intoppo “burocratico” che potesse bloccare la procedura.

Il Presidente Oliverio non ha mai smesso di rinunciare all’idea di realizzare le cinque Case della Salute interessate, attivandosi con ogni strumento in suo possesso e spesso in contrasto con la stessa struttura commissariale che governa la sanità in Calabria, profondendo ogni sforzo per avviare l’iter tecnico amministrativo che vedrà, ci auguriamo a breve, investiti in Calabria circa 50 milioni di euro e solo a Cariati oltre 9 milioni.

Per questo riteniamo che quella di ieri sia stata una giornata importante per la nostra Comunità, depredata, mortificata e fortemente penalizzata, in passato, dalla chiusura del Vittorio Cosentino, ed ancora oggi presa in giro da annunci e smentite fatte con arguzia e malafede, da chi usa la sanità come business, assurgendo – di tanto in tanto – a paladino del bene comune, a seconda delle proprie convenienze imprenditoriali e/o politico-elettorali.

A riprova, abbiamo appreso con immenso rammarico e stupore dell’assenza della nostra Sindaca (unica assente dei cinque Sindaci invitati in Regione) all’importante incontro di ieri a Catanzaro; cosa che alimenta ulteriormente i nostri dubbi sulle reali intenzioni e sull’impegno “a giorni alterni” della stessa rispetto all’importante tematica sanitaria.   

Siamo certi i cittadini sapranno trarre le opportune conclusioni su tale grave atteggiamento, evidentemente condizionato dalla doppia veste pubblico/privata della nostra sindaca, e dall’inadeguatezza della stessa rispetto al ruolo che ricopre. Atteggiamento che rischia di penalizzare ulteriormente il nostro territorio, in relazione alle tante iniziative di sostegno e vicinanza che il governo regionale sta caparbiamente mettendo in campo al fine di risollevare le sorti dello stesso, in primis per quanto riguarda la sanità.

Infine è di oggi la notizia che grazie all’interessamento del Circolo Pd di Cariati presso la Regione Calabria, si è riusciti a sostituire tutti i letti della RSA di Cariati, con altri più idonei già disponibili presso la struttura. Ci auguriamo sia un piccolo segnale positivo tanto per gli operatori quanto per i degenti della stessa.

Con lo spirito di servizio che ci contraddistingue, invitiamo la sindaca ad assumere per il futuro un atteggiamento istituzionale più responsabile, svestendo i panni della manager di famiglia e rimuovendo il suo conflitto di interesse familiare, dando priorità agli interessi generali e pensando al bisogno di sanità dei cittadini aldilà di strumentali promesse e sterili comunicati.

Come Consiglieri del Partito democratico, insieme ai nostri Dirigenti Locali,    continueremo con responsabilità e con il massimo impegno a monitorare ogni passaggio futuro,  al solo fine di poter ripristinare il Diritto alla salute per i nostri cittadini.

Gruppo Consiliare PD – Comune di Cariati

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta