Sequestro di due frantoi

Sequestrato 1.300 metri quadrati di piazzali di un frantoio la cui attività era fonte di inquinamento.

La Capitaneria di porto di Corigliano Calabro ha sequestrato 1.300 metri quadrati di piazzali di un frantoio la cui attività era fonte di inquinamento.

Nell’ambito della stessa attività di controllo é stato sequestrato un tratto di circa 700 metri del torrente San Mauro e alcune macchine industriali.

In più, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Montalto, infatti, hanno posto sotto sequestro un frantoio oleario in località “Ortale” di Rota Greca.

Il sequestro è avvenuto durante un accurato controllo che ha accertato lo smaltimento abusivo dei reflui della lavorazione delle olive.

Lo smaltimento dei rifiuti liquidi avveniva attraverso una condotta posta sotto il pavimento che collegava l’opificio ed una vasca di decantazione e stoccaggio distante circa 200 metri.

A questa vasca era collegata un ulteriore tubazione di circa 300 metri che raggiungeva un appezzamento di terreno e il “Torrente Cascinello”, dove giungeva il liquido maleodorante.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta