SBARCO DI MIGRANTI NELLA NOTTE DIFFICILI LE OPERAZIONI DI SOCCORSO A TERRA

Sono circa 75 i migranti che intorno alla mezzanotte di ieri sono riusciti a sbarcare da un’imbarcazione a vela nei pressi della foce del fiume Neto. Un primo gruppo di migranti, nelle prime ore del giorno, è stato rintracciato sulla strada statale 106 dai Carabinieri di Cirò Marina e, successivamente, dalle forze dell’ordine intervenute. Immediato l’intervento in mare della Capitaneria di porto con l’impiego della motovedetta SAR CP873 per le necessarie attività di pattugliamento in zona. Durante la vigilanza sottocosta, la vedetta è riuscita a rinvenire il mezzo usato per lo sbarco. Si tratta di un’imbarcazione a vela di circa 20 metri di lunghezza arenatasi sulla battigia a causa delle forti correnti del mare di questa notte. A terra, particolarmente difficili si sono rivelate le operazioni di soccorso a favore di un migrante ferito ed in uno stato di grave ipotermia rinvenuto a pochi metri dal punto di sbarco. E’ stato necessario l’impiego di un fuoristrada della Capitaneria di porto di Crotone per il trasporto del cittadino extracomunitario sulla statale 106 a causa della zona particolarmente impervia per la presenza della folta vegetazione. Il migrante è stato affidato alle cure del personale medico del SUEM 118 per il trasferimento urgente presso l’ospedale di Crotone. Per quanto riguarda il mezzo impiegato per lo sbarco, l’imbarcazione verrà posta sottosequestro dai militari della Capitaneria di porto di Crotone e dei Carabinieri di Strongoli e messa a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta