Sacerdote della Diocesi di Cosenza arrestato a Napoli

Un sacerdote della Diocesi di Cosenza è stato arrestato a Napoli in un internet point della centrale piazza Garibaldi. É stato sorpreso in flagrante mentre aveva un rapporto sessuale con un minorenne all’interno dell’esercizio commerciale. L’arresto è stato eseguito dagli agenti del nucleo di tutela minori degli Agenti della Polizia municipale del capoluogo partenopeo. I vigili hanno notato l’uomo che contrattava con il ragazzino e hanno iniziato a seguire i due. Quando il minorenne è entrato nell’internet point, seguito dopo qualche minuto dal prete, è scattato l’arresto. Gli agenti hanno aperto una delle cabine dell’internet point e hanno scoperto il ragazzino in atteggiamento compromettente con il sacerdote, mentre sul computer c’era un filmato pornografico. Dura la reazione dell’arcivescovo di Cosenza-Bisignano che subito ha emesso il Decreto di sospensione a divinis ed esonero dalle funzioni e da ogni attività sacerdotale, informando le competenti Autorità ecclesiastiche e la Congregazione della Fede. Il sacerdote dopo alcuni anni di servizio pastorale nel territorio dell’Arcidiocesi ha ricoperto il ruolo di cappellano del mare, coordinato dall’Ufficio Nazionale di Pastorale marittima che si è concluso da circa un anno. Lo stesso dopo aver rifiutato un nuovo impegno pastorale in diocesi è tornato in famiglia senza dare notizie di sé da qualche mese.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta