Sabato 17 Agosto, una serata “Astri Di Vini”

Chi non ha mai rivolto lo sguardo meravigliato al cielo per vedere il sole e la luna, i pianeti, le code splendenti delle comete e le meteore. E’ uno spettacolo che mai nessuno si stancherà di guardare. E’ proprio quello che mi é capitato inaspettatamente in tema, sabato sera scorso al Liceo scientifico Stefano Patrizi di Cariati. Una serata “Astri Di Vini” ricca di emozioni che ha permesso, ai grandi come ai piccoli, di familiarizzare con l’affascinante mondo dell’astronomia, che a primo approccio può sembrare anche una materia un po’ ostica. Cariati, con il suo Liceo scientifico, si é superata, al punto da richiamare tante persone che hanno apprezzato uno spettacolo ricco di particolarità e leggende, ai molti sconosciuto. L’interesse é stato tangibile e percepibile sui volti dei presenti, travolti dall’entusiasmante racconto del docente specialista della materia. Il relatore, prof. Domenico Liguori, in modo elementare e con una passione unica, prima nel salone delle conferenze dell’istituto scolastico e successivamente nel cortile prospiciente, ha letteralmente ammutolito i partecipanti, descrivendo e illustrando gli astri con una tale semplicità e spontaneità che ha conquistato l’attenzione dell’intera platea. Molti bambini presenti hanno visto ad occhio nudo, e attraverso la cupola dedicata, molto di quello che, ahimè, studiano solo sui libri. Hanno riscoperto nell’occasione l’altro volto del mondo degli astri, molto più affascinante. L’iniziativa, accompagnata da un ottima degustazione di qualificati vini, va certamente nella direzione della valorizzazione delle eccellenze locali. E nel sistema scolastico calabro il Liceo scientifico Stefano Patrizi ricopre un ruolo di primo piano. Di sicuro, la qualificata serata merita di essere replicata la prossima estate, prevedendo anche più di un appuntamento. Occorrerà promozionare il progetto in modo più diffuso, raggiungendo un pubblico più vasto di turisti, ben contenti di trascorre una serata in modo diverso e fuori dal comune per una località balneare. Infine, un plauso lo meritano le studentesse del Liceo Stefano Patrizi che hanno recitato nel corso della manifestazione alcune poesie in tema, gradevole contorno all’evento. Non me ne vogliano gli organizzatori, ma un’accoglienza un pò più curata e attenta non avrebbe stonato. Ma sono certo che dopo il successo della prima iniziativa ci sono tutte le premesse per pianificare più date nella prossima programmazione dell’estate cariatese. La gioia per la scoperta dell’astronomia a Cariati é, pertanto, solo al primo stadio per i turisti ospiti della località ionica. Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta