Riuscita la manifestazione “Insieme in un mare di.. Emozioni “ organizzata da Emanuele Maduli

Si è svolta, nei giorni scorsi, una suggestiva e toccante manifestazione dal titolo “Insieme in un mare di.. Emozioni “. L’evento comincia, ormai, a far parte della tradizione, visto che si ripete per la quarta volta, riscuotendo un continuo e crescente successo sia di critica che di pubblico. La giornata è stata organizzata da Emanuele Maduli, direttore amministrativo e legale rappresentante del Fisiocenter di Cariati, impeccabile e seguitissimo Centro di Fisioterapia e Riabilitazione. Quest’anno la manifestazione, che ha coinvolto maggiormente pazienti con medie e grosse disabilità, si è svolta presso lo stupendo scenario del lido “Costa Azzurra“ di Andrea Caruso, messo a disposizione dell’evento sociale gratuitamente. Nell’acqua e sulla sabbia i terapisti del Fisiocenter hanno effettuato con entusiasmo esercizi di rieducazione neuromotoria a scopo terapeutico su pazienti affetti da patologie come l’ictus, la sclerosi multipla, Charcot Marie Thoot, la sindrome di Down, la paralisi cerebrale infantile, il Parckinson e le protesi di ginocchio ed anca. Gli esercizi sono stati effettuati sulla sabbia ed in acqua, diventando l’acqua e la sabbia uno strumento di intermediazione tra il terapista ed il paziente, creando, così, una sorta di relazione comunicativa. L’effetto terapeutico, ci ha brevemente evidenziato la fisiatra del Centro, d.ssa Concetta Varano, dipende dalle proprietà fisiche dell’acqua, come la pressione idrostatica, la resistenza, la temperatura e dall’individuazione di effetti nella sfera psico-affettiva del paziente. La pressione idrostatica, prosegue la d.ssa Varano, rende un corpo immerso non pesante, favorendo, così, le manovre riabilitative del terapista anche in quei casi molto compromessi funzionalmente come le gravi paralisi da lesioni cerebrali. Nello stesso tempo un corpo immerso ha una resistenza al moto, utilizzata proficuamente dal terapista per lavorare sull’esercizio muscolare isometrico o dinamico. E’ possibile, così, continua la fisiatra Concetta Varano, rinforzare la muscolature senza adoperare sovraccarichi e pesi aggiuntivi. La temperatura dell’acqua, conclude la d.ssa Concetta Varano, crea un clima ottimale per la riabilitazione con effetti di miglioramento sul micro e macro circolo. Alla seguita ed interessante manifestazione hanno operato, tra gli altri, gli operatori della Misericordia di Cirò Marina con i loro supporti operativi, coordinati impeccabilmente dal governatore Rosario Gangale. Erano presenti anche le autorità comunali, rappresentati dal sindaco Filippo Sero e da Leonardo Trento, assessore provinciale al Territorio, il direttore del Distretto Jonio Sud, dr. Alessandro Donnici, il comandante la capitaneria del porto, Antonio Paparo ed il comandante della Polizia Municipale, Pietro De Luca nonché un pubblico, particolarmente interessato al suggestivo evento. La manifestazione che ha visto coinvolti moltissimi pazienti, circa 60, affetti da varie patologie, accompagnati dai loro familiari, è l’occasione che ci spinge a fare il punto su questo aspetto importantissimo della Sanità a Cariati che, grazie a quanto messo in atto da Emanuele Maduli con il suo Fisiocenter, rappresenta una realtà sempre più apprezzata e richiesta dalla popolazione non solo di Cariati. In effetti il Fisiocenter si occupa in maniera completa dell’aspetto riabilitativo di pazienti, affetti dalle gravi patologie citate sopra, che nella zona non troverebbero altrimenti risposte adeguate. A breve, nel prossimo mese di agosto, il Fisiocenter si trasferirà nella sua nuova struttura, alle porte di Cariati Sud, modernissima e dotata di tutte le comodità necessarie per tali pazienti. La piscina, all’interno del Centro, potrà proficuamente replicare per tutto l’anno quei benefici apprezzati dai pazienti nella giornata simbolo della manifestazione annuale. Va evidenziato il tanto lavoro alle spalle di questo evento da parte di tutto lo staff del Fisiocenter, che ha visto impegnati la fisiatra, il neurologo, l’urologo, la psicologa, la sociologa, i fisioterapisti, la neuro e psicomotricista dell’età evolutiva, la logopedista, gli operatori socio-sanitari e gli addetti all’amministrazione, gratificati dalla buona riuscita della manifestazione.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta