PISL,CONTINUANO GLI INCONTRI

PISL,CONTINUANO GLI INCONTRI – I SINDACI NELL’UFFICIO DI COORDINAMENTO – DONNICI:LAVORIAMO IN RETE PER PROGETTI AMBIZIOSI MANDATORICCIO (Cs), Lunedì 7 Novembre 2011 – Progetti integrati di sviluppo locale (PISL), continuano gli incontri. Dopo un confronto sul programma, sono state verificate tutte le delibere dei vari comuni di adesione al progetto. E’ stato redatto il verbale dei sindaci aderenti alla costituzione del partenariato pubblico. E’ stato nominato l’ufficio di coordinamento che collaborerà con Mandatoriccio, comune capofila. Al suo interno, sono stati scelti i sindaci di Crosia, Cariati, Caloveto, Bocchigliero e Terravecchia. E’ quanto è stato discusso e deciso nell’ultima riunione di sabato scorso (5 novembre), ospitata presso la delegazione comunale di MANDATORICCIO, alla marina, alla presenza dei 13 comuni: CAMPANA, BOCCHIGLIERO, LONGOBUCCO, TERRAVECCHIA, SCALA COELI, PIETRAPAOLA, PALUDI, CARIATI, CROSIA, CALOVETO, CALOPEZZATI, CROPALATI. Dato il numero e i comuni che vi partecipano – dichiara il Sindaco Angelo DONNICI – il progetto è molto importante. Siamo stati tra le prime aree a muoversi in questa direzione per la realizzazione dei Pisl. Il nostro augurio – continua – è che i progetti siano tenuti nella dovuta considerazione da parte della Regione Calabria. Abbiamo tutte le intenzioni di lavorare in rete e proporre idee di sviluppo valide per questo territorio. Da un parte, vogliamo evitare – aggiunge il Primo Cittadino – lo spopolamento e l’abbandono dei territori interni; dall’altra, a tutti i territori che si affacciano sul mare, vorremmo riuscire ad offrire la possibilità di presentarsi con la stessa dignità che hanno altre aree turistiche, probabilmente – conclude DONNICI – meno dotate della nostra, dal punto di vista del complessivo patrimonio identitario, naturalistico, storico,archeologico ed enogastronomico. È stata approvata, inoltre, la manifestazione d’interesse per i partner privati da coinvolgere su questi progetti, se intenderanno aderire, facendo in tal caso parte, a pieno titolo, dell’ambizioso pacchetto PISL. Nel corso del proficuo incontro di sabato si è discusso di quali progetti inserire. Sono state individuate due aree di intervento, una riguardante il turismo e l’altra, la qualità della vita. Sotto l’aspetto del turismo, l’intento è quello di inserire progetti che siano collegati con ogni singolo comune che è parte integrante dei Pisl. Si pensa di fare un progetto turistico legato all’aspetto storico ed archeologico. Particolarmente rilevante e tangibile, infatti, in questa zona Pisl, è il fattore di carattere culturale: dalle tracce del percorso di Annibale (di cui il territorio di Pietrapaola è particolare testimone) alla imponente realtà archeologica di Castiglione di Paludi. In questa fase si sta studiando come collegare gli interventi. L’idea è quella di dotare i comuni costieri allargando la proposta anche a quelli montani di un piano regolatore, che abbracci la fascia da Cariati a Crosia.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta