Piano di Riequilibrio finanziario pluriennale, Dove troverà il sindaco Filippo Sero gli oltre dieci milioni di euro?

La richiesta dei rilievi da parte del Ministero dell’Interno sul Piano di Riequilibrio finanziario pluriennale in relazione all’avviata procedura del Pre Dissesto da parte del Comune è al centro del dibattito politico cittadino. Duro il giudizio del capogruppo della coalizione Cariati nel Cuore. “Come volevasi dimostrare”, parole e musica di Mario Sero. “Il Comune di Cariati, fallito di fatto,preannuncia Mario Sero,presto potrebbe essere commissariato a seguito dell’imminente dissesto.I presunti rilievi,afferma il consigliere di minoranza,mossi dal Ministero dell’Interno con le richieste del 28 agosto scorso non lasciano spazi ad interpretazioni di sorta. Dove troverà il sindaco Filippo Sero gli oltre dieci milioni di euro di massa passiva “ ossia i debiti contratti sotto la sua sciagurata gestione amministrativa, non è dato sapere! A questa conclusione è giunto il Ministero dell’Interno che “bacchetta” l’Amministrazione anche sulla mancata stima dei milioni di debiti che l’Ente dovrà fare fronte per le centinaia di cause pendenti. Non sarà sfuggito, puntualizza imperterrito Mario Sero, al sindaco il contestuale invio alla Prefettura di Cosenza e alla Corte dei Conti,organi. che potrebbero a breve attivare le procedure sia della dichiarazione del Dissesto che del consequenziale e contestuale scioglimento del Consiglio Comunale”. L’esponente di minoranza non ha alcuna remora ad incalzare sempre di più. ”All’incauto ed al distratto primo cittadino di Cariati voglio ricordare che due anni addietro l’intera minoranza consiliare ebbe ad avanzare formale richiesta di Dissesto, allegando motivata documentazione e proposta di delibera che è stata bocciata dall’attuale maggioranza sul presupposto che il Comune di Cariati aveva una semplice mancanza di liquidità”. Sempre più inflessibile Mario Sero nel suo atto di accusa quando asserisce: ”Le bugie, caro Sindaco, hanno le gambe corte ed ecco, a distanza di due anni, l’amara conclusione. Il Comune era ed è fallito per esclusiva responsabilità dell’attuale esecutivo e maggioranza. Al Ministero dell’Interno, alla Prefettura e alla Corte dei Conti chiedo di accelerare i tempi dello scioglimento del Consiglio Comunale, non essendo più tollerabile l’attuale situazione di degrado, che ha, tra l’altro, irrimediabilmente danneggiato gli operatori turistici che ancora intendono operare sul territorio”. L’amarezza e la “rabbia” che pervadono letteralmente l’esponente di minoranza lo inducono a rivolgersi direttamente alle Istituzioni in materia. ” Chiedo al Ministero dell’Interno,al prefetto di Cosenza e alla Corte dei Conti, conclude un esausto Mario Sero, di non tenere in nessuna considerazione la risposta che l’Ente Comunale di Cariati fornirà, nei trenta giorni dal 28 agosto u.s., a giustificazione che, ancora una volta, sarà farcita da falsità ed irregolarità sia nelle previsioni che nelle entrate di spese”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta