ORIENTEERING, 21 REGIONI A NOVACCO

ORIENTEERING, 21 REGIONI A NOVACCO SUCCESSO DI ADESIONI LE FINALI NAZIONALI 256 PARTECIPANTI A SARACENA DAL 22 AL 24 SETTEMBRE SARACENA (CS), Sabato 18 Settembre 2010 – 21 regioni su 21 e 256 ospiti. Per tre giorni, insieme a Novacco ed a Saracena, l’intera Calabria, diverrà teatro delle finali nazionali dello sport nordico dell’orientamento. Un successo, di adesioni e di conferme, che cresce giorno dopo giorno e che certifica, qualora vi fosse ancora qualche dubbio, la lungimiranza ed la bontà dell’impegno dell’Esecutivo guidato da Mario Albino GAGLIARDI che sulla trasformazione in ricchezza del patrimonio montano del Pollino continua a credere, investire ed ottenere soddisfazioni. Parla da solo, in fatti, il bilancio ormai finale dei partecipanti alla gara rivolta agli appassionati dello sport dell’orientamento, che dal 22 al 24 Settembre prossimi, in squadra, individualmente o nella specialità del Trial-o, (disciplina rivolta ai diversamente abili), gareggeranno per arrivare in vetta alle classifiche. Da tutt’italia, ed in particolare dalle regioni del profondo Nord, tutti sul Pollino, per gareggiare lì, a 1315 metri d’altezza, in uno dei pianori più grandi ed affascinanti del Sud Italia, NOVACCO, oggi portato a nuova vita dagli sforzi, dalla capacità e dal sogno dell’Amministrazione Comunale. Sono 256 gli ospiti confermati. 98 allievi e 100 allieve. 9 i concorrenti delle gare individuali, rispettivamente tre uomini e sei donne. Tre i concorrenti per il Trial-O, di cui, due provenienti dalla vicina Puglia ed uno dalla Sardegna. 46 gli accompagnatori e 21 su 21 le regioni concorrenti. La regione che si attesta per il maggior numero di partecipanti, ben 19, accompagnatori inclusi, è la Puglia che, oltre a schierare due squadre rispettivamente di allievi ed allieve, gareggia con due concorrenti al Trial-o. Aumenta sia per le donne che per gli uomini la partecipazione alle individuali maschili e femminili. Le prime da 2 concorrenti passano a 6. I secondi da 2 concorrenti passano a tre. Si assottiglia anche la differenza tra le squadre di allievi ed allieve. Gli ultimi dati registrano 98 allievi e 100 allieve rispetto alle 60 conferme di uomini contro le 70 di donne di qualche giorno fa. Ulteriore dato che emerge, è che nessuna regione partecipa contemporaneamente alle diverse discipline. Insomma, un successo senza precedenti per la Calabria e per la missione, di elevazione e qualificazione del turismo culturale montano e sportivo, di cui si sta rendendo protagonista, sempre più convinta, la Città del Moscato Passito.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta