OBESITA’: IN CALABRIA FENOMENO SEMPRE PIU’ DIFFUSO

OBESITA’: IN CALABRIA FENOMENO SEMPRE PIU’ DIFFUSO DOVE ESISTONO SERVIZI DIETOLOGIA C’E’ MAGGIORE SENSIBILITA’ FONTE: ANSA – 5 OTTOBRE 2010 (ANSA) – CATANZARO, 5 OTT – La Calabria ‘pesa’ sempre di piu’, anche se ci sono segnali di regressione. Tra chi e’ obeso (38 per cento gli uomini e 38 per cento le donne) e chi e’ in sovrappeso (44 per cento le donne, 41 per cento gli uomini) sono molti i calabresi in lite costante con la bilancia. Il Presidente dell’associazione italiana dietetica e nutrizione clinica, Giuseppe Fatati, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2010 di ‘Obesity Day’ ha detto che ”e’ un’Italia a macchia di leopardo quella che esce dalla fotografia dell’Italia sulla bilancia che in questi dieci anni abbiamo potuto realizzare incontrando tantissime persone. Tra virtuosi e golosi, l’ago oscilla in basso e in alto. Anche se adesso c’e’ una buona notizia che accomuna tutte le regioni: gli italiani stanno prendendo coscienza dell’importanza di un’alimentazione corretta, per la linea ma soprattutto per la salute. Quindi quest’anno piu’ che mai ‘Obesity Day’ diventa un appuntamento da non perdere: domenica 10 e lunedi’ 11 ottobre nelle Unita’ Operative di Dietetica e Nutrizione Clinica e nelle Unita’ di Nutrizione Ospedaliere e Territoriali dell’Adi, gli esperti Adi saranno a disposizione per consigli ed informazioni gratuiti. Ma non tutti i Centri sono aperti in tutta Italia nelle stesse date: per conoscere le date e gli indirizzi dei centri aperti in Calabria e’ possibile visitare il sito www.obesityday.org”. Il Presidente della Calabria dell’Associazione Italiana Dietetica e Nutrizione Clinica della Calabria, Giuseppe Pipicelli, ha detto che ”i calabresi sulla bilancia. Crescono e non di poco. Soprattutto gli uomini. Quelli obesi adulti nel 1998 erano 22 su cento, ora sono arrivati a 38 su cento, al pari con le donne adulte che sono 38 su cento e sono crescite ‘solo’ di quattro punti. E’ un dato dell’Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare. Una valutazione di massima fa registrare anche una crescita del sovrappeso, piu’ ridotta nelle donne che ora sono 44 su cento mentre gli uomini sono 41 su cento. Anche l’obesita’ e il sovrappeso infantili sono diventati un problema molto importante. C’e’ una considerazione da fare: dove esistono i Servizi di Dietologia si registra una maggiore sensibilita’ e, quindi, un calo degli indici. Ma questi Servizi sono ancora troppo pochi, uno a Catanzaro, copre tutta la provincia, uno a Reggio Calabria e uno a Cosenza. Poi ci sono cinque strutture piu’ piccole, ambulatoriali, sempre a Catanzaro, Reggio Calabria e Cosenza”. (ANSA).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta