NUCLEARE: ECCO I REQUISITI DEI SITI

NUCLEARE: ECCO I REQUISITI DEI SITI FONTE: ANSA – 2 FEBBRAIO 2011 (ANSA) – ROMA, 2 FEB – I siti candidati ad ospitare centrali nucleari sul territorio italiano dovranno rispondere a precisi requisiti: in primo luogo dovra’ trattarsi di zone poco sismiche, in prossimita’ di grandi bacini d’acqua senza pero’ il pericolo di inondazioni e, preferibilmente, lontane da aree densamente popolate. Per quanto riguarda le localita’, fra i nomi che puntualmente ritornano, ci sono quelli gia’ scelti per i precedenti impianti poi chiusi in seguito al referendum del 1987, anche se, come spiegano esperti di settore, da una vecchia struttura non e’ possibile ricavarne una nuova, visto il progredire della tecnologia che ha reso totalmente inutilizzabili le centrali dismesse. Ricorrono spesso Caorso, nel Piacentino, e Trino Vercellese (Vercelli), entrambi collocati nella Pianura Padana e quindi con basso rischio sismico e alta disponibilita’ di acqua di fiume. Nelle ipotesi avanzate in questi mesi anche Montalto di Castro, in provincia di Viterbo. Secondo altri, fra cui i Verdi e Legambiente, il quarto candidato ideale e’ Termoli, in provincia di Campobasso, mentre in altre circostanze si sono fatti i nomi di Porto Tolle, a Rovigo, Monfalcone (in provincia di Gorizia) Scanzano Jonico (Matera), Palma (Agrigento), Oristano e Chioggia (Venezia). La localizzazione dei siti per la costruzione delle centrali, l’individuazione del deposito per raccogliere le scorie radioattive, la sorveglianza e il monitoraggio competono all’ Agenzia per la sicurezza nucleare. (ANSA).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta