NATALE, UN CONCORSO PER LE SCUOLE

NATALE, UN CONCORSO PER LE SCUOLE – PIZZUTI: PROMUOVIAMO INCLUSIONE E INTERCULTURALITÀ – DISEGNI, PRESEPI, SCRITTI ENTRO IL 5 DICEMBRE ROSSANO (CS) – Lunedì, 14 Novembre 2011 – Scuola, solidarietà, inclusione ed integrazione. Promozione del dialogo e del confronto tra culture. Costruire una rete di legami in grado di riconoscere la specificità di ciascuno e la differenza di tutte le identità. Sono, questi, gli obiettivi che il Comune si propone attraverso il Concorso PER UN NATALE FRA INCLUSIONE E INTEGRAZIONE, rivolto a tutte le scuole cittadine. A darne notizia, in una lettera trasmessa alle scuole ed alle associazioni, in vista delle prossime festività natalizie, è l’assessore alla cultura Stella PIZZUTI. Adottare la prospettiva interculturale, la promozione del dialogo e del confronto tra culture – si legge nella missiva – significa non limitarsi soltanto ad organizzare strategie di integrazione degli alunni immigrati o misure compensatorie di carattere speciale solo nelle scuole. Vivere ed operare in una prospettiva interculturale vuol dire piuttosto assumere la diversità come paradigma dell’identità stessa della scuola, occasione privilegiata di apertura a tutte le differenze. Si tratta di costruire una rete di legami in grado di riconoscere la specificità di ciascuno e la differenza di identità, tutte le identità, nessuna esclusa. È ovvio che inclusione non potrà significare omologazione, ma piuttosto valorizzazione delle persone, situazioni e competenze. Di pari peso, gli aspetti legati alla disabilità vanno vissuti non come processo esterno ma come integrazione effettiva nel mondo scolastico e, quindi, nella società. All’iniziativa si può partecipare in forma singola oppure collettiva, con la realizzazione di un presepe, un elaborato scritto, ovvero con un disegno, una rappresentazione filmica od altro. I lavori dovranno pervenire, a mano o mezzo posta, presso gli uffici dell’assessorato ENTRO E NON OLTRE LUNEDÌ 5 DICEMBRE 2011.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta