NASCE ASSOCIAZIONE CALABRIA NEL CUORE PASSAVANTI: PROMUOVERE VALORE DEL RITORNO SUCCESSO DI PUBBLICO AD EVENTO PRESIDE SAPIA

NASCE ASSOCIAZIONE CALABRIA NEL CUORE PASSAVANTI: PROMUOVERE VALORE DEL RITORNO SUCCESSO DI PUBBLICO AD EVENTO PRESIDE SAPIA ROSSANO (Cs), Venerdì 18 Marzo 2011 – Promuovere i giovani calabresi che vogliono tornare nella propria terra, per spendere qui le conoscenze acquisite da migranti altrove. Valorizzando il concetto ed il metodo del ritorno, più che il successo oltre confine. E’, questo, l’obiettivo socio-culturale che spiega la costituzione dell’associazione “La Calabria nel cuore”, ufficializzata dalla neo presidente Lucia PASSAVANTI, in occasione del 150esimo anniversario dell’Unità Nazionale, ieri 17 marzo, a Palazzo San Bernardino. Il contesto prestigioso dell’annuncio è stato l’importante evento organizzato dall’Università Popolare di Rossano, diretta da Giovanni SAPIA, dedicato allo speciale anniversario nazionale. In una sala rossa traboccante di pubblico e bandierine tricolore, moderato dal Prof. Gennaro MERCOGLIANO, dopo gli interventi del Prof. Franco AMARELLI e del Direttore di Calabria Ora Piero SANSONETTI, è stato presentato “L’Italia nel cuore”, l’ultimo gioiello simbolo realizzato dal giovane maestro orafo Domenico TORDO. – Tra le numerose personalità presenti, anche Pina AMARELLI e Gerardo SMURRA. L’Italia come la Calabria devono poter emozionarsi per emozionare. L’Italia come la Calabria, e come tutte le altre regioni del Paese, devono riprendere ad amarsi e per farsi amare ed apprezzare. Il messaggio è identico e pregno dello stesso ideale. Così, il giovane maestro TORDO, chiamato ad intervenire al temine degli interventi, ha spiegato la sua ultima realizzazione “L’Italia nel cuore”. Quanto ascoltato oggi – ha aggiunto TORDO riferendosi alla relazione di AMARELLI, alle provocazioni di SANSONETTI ed all’intervento del Prof. COZZETTO dell’Università della Calabria– testimoniano, pur nella loro diversità di premesse ad analisi, quanto fino ad oggi, nelle nostre scuole, sia forse mancata una completa conoscenza dei fatti realmente accaduti e che sono tuttavia parte integrante, nel bene e nel male, di questa unificazione che oggi celebriamo, che dobbiamo certamente tutelare ma che dovremmo conoscere meglio, un po’ tutti. TORDO ha concluso con provocazione a SANSONETTI: come sarebbe bello poter iniziare la giornata, leggendo sulle pagine dei giornali, prima notizie positive e belle dedicate alla nostra regione, e poi anche, purtroppo, quelle negative, che ci sono e nessuno potrebbe negare o sottovalutare! Il giorno, in questo modo, inizierebbe con più entusiasmo e con più orgoglio di appartenenza, sentimenti dei quali abbiamo bisogno come il pane, noi giovani soprattutto. – Ed è proprio dall’esperienza di vita e di formazione del giovane maestro orafo, partito tredicenne da Crosia per approdare all’Istituto CELLINI di Valenza, che ha tratto linfa l’impegno, sintetizzato e coordinato da Lucia PASSAVANTI, di dare vita ad un’associazione, “La Calabria nel cuore”, dal nome del gioiello-simbolo realizzato da TORDO. Un sodalizio – ha scandito la PASSAVANTI intervenendo – che vuole essere uno strumento e non un fine. Un mezzo per investire su una speranza e su un impegno: promuovere i giovani calabresi che, come Domenico, voglio poter spendere nella loro terra, conoscenze acquisite formandosi altrove. Un’associazione che faccia del ritorno il momento strategico di quel riscatto del sud, evocato ed auspicato a più voci nel corso dell’affollatissima e riuscitissima manifestazione.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta