MOBILITÀ, NUOVA ATTENZIONE REGIONALE CAPUTO: AFFRONTIAMO EMERGENZA SICUREZZA 106

MOBILITÀ, NUOVA ATTENZIONE REGIONALE CAPUTO: AFFRONTIAMO EMERGENZA SICUREZZA 106 BENE METRO LEGGERA COSENZA-RENDA E IN PROSPETTIVA SIBARI-CROTONE DICHIARAZIONE On. GIUSEPPE CAPUTO Reggio Calabria, Mercoledì 9 Marzo 2011 – E’ certamente una rinnovata e più concreta attenzione quella il Presidente SCOPELLITI e la Giunta Regionale stanno destinando al territorio vasto della provincia di Cosenza ed alla sua esigenza di mobilità, rimasta frustrata per troppi decenni. E’ in questa visione, affrontando le emergenze e progettando in prospettiva, che nei giorni scorsi abbiamo salutato con soddisfazione l’investimento di circa 160 milioni di euro, annunciato dal Governatore, per la realizzazione della metropolitana leggera Cosenza-Rende. Viene colmato un gap infrastrutturale che, come è naturale parlando di territori in rete tra loro, porterà benefici diretti ed indiretti a tutte le zone, più o meno periferiche, già di fatto interconnesse con quell’importante area urbana. E’ in questa visione ampia, pragmatica e programmatica, che va letto anche il progetto, oggi in fase del tutto embrionale e che andrà strutturato da un punto di vista progettuale e per il quale andranno individuate e destinate le necessarie fonti di finanziamento, di una metropolitana leggera Sibari-Crotone; un progetto destinato a colmare il buco di mobilità per un bacino d’utenza da considerare, necessariamente, nella sua interezza, soprattutto ai fini della sua maggiore capacità attrattiva. Anche in questa ipotesi l’obiettivo della Giunta Regionale è quello di sanare un vuoto storico di infrastrutture e di servizi tra due importanti bacini demografici ed economici. Alla capacità di saper immaginare e costruire oggi un futuro più sostenibile per le prossime generazioni, si aggiunge tuttavia il governo delle emergenze ereditate dal passato. Su tutte, la sicurezza stradale e la necessità di mettere mano, laddove ancora possibile, ad una rete viaria che miete vittime quasi ogni giorno. Soprattutto sulla SS106 e sul tratto Rossano-Cariati-Crotone, uno dei peggiori dell’intero percorso. E’ su questo obiettivo prioritario ed urgente che la Giunta è impegnata. E’, questa, la necessità alla quale vogliamo dare risposte, investendo – così come annunciato nei giorni scorsi dal Governatore – circa 20 milioni di euro derivanti da fondi comunitari per eliminare alcune criticità che rendono altamente insicura l’unica strada percorribile sullo ionio da lavoratori, residenti e turisti. E’ soltanto in questa chiave di lettura ampia e non riducibile a visioni e divisioni municipalistiche che va letta anche l’ambizione di migliorare l’esistente scalo aeroportuale di S.Anna a Crotone che, in questo scenario complessivo, rappresenta certamente un punto di riferimento. Ecco perché non capiamo né accettiamo la pretesa, sulla quale ormai ci si esercita da tempo, di voler far passare ogni impegno finalizzato a migliorare la fruibilità di una realtà esistente, in questo caso il S.Anna, come un automatico disimpegno verso altri progetti, come ad esempio quello di un nuovo aeroporto a Sibari. Questa schizofrenia ha fin troppo nauseato le popolazioni, della Sibaritide e immagino dello stesso crotonese.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta