M. J. CALIGIURI: Un otto marzo pieno di incertezze e di paura.

Un otto marzo pieno di incertezze e di paura. Il virus si allontana, ma non sparisce. E cede il passo alle cupe ombre della crisi russa-ucraina. Sgomento, paura, angoscia, ma anche forza e capacità di resilienza, sono nei volti delle donne in fuga da città spettrali e con i propri figli sotto una terra che trema. Resistono.

L’appello alla pace di Papa Francesco attraversa il mondo. “Si costruisce a cominciare dal linguaggio”. Ogni cambiamento fecondo, positivo deve cominciare da noi stessi, altrimenti non ci sarà cambiamento, ha sottolineato ancora il Pontefice. Nell’Italia che riparte, dunque, dramma, paura e incertezze. Siamo pronti ad immaginare il domani con fiducia? In questo difficile contesto, la data dell’8 marzo “Giornata internazionale della donna”, simbolo delle conquiste sociali e politiche femminili, ma anche delle discriminazioni e delle violenze, è un’occasione per interrogarsi sul mondo visto, oggi dalle donne. Colore e profumo delle mimose possono testimoniare un futuro diverso e migliore? E’ una riflessione difficile, nel calendario 2022. Disagi e sofferenze degli ultimi due anni, hanno modificato contesti e comportamenti, socialità e relazioni. Solitudini e fragilità, ancora vive nella mente e nel cuore ricercano ottimismo, volontà e determinazione

alimentate dal conforto di emozioni e sentimenti più profondi.  Ancora una volta, sono le donne protagoniste della rinascita. Le donne procedono a passo veloce e con consapevolezza, nel difficile cammino formale e culturale per la non discriminazione. E, mi chiedo, al di là degli strumenti giuridici e delle iniziative istituzionali, dei successi e degli obiettivi raggiunti, quale traguardo potrà davvero allontanare nella vita pubblica e privata, disagi e mortificazioni, insicurezze e inquietudini. Donne ancora discriminate nel lavoro, ingannate e deluse nelle relazioni, abusate persino in famiglia e nelle comunità religiose. E’ la mia riflessione dell’8 marzo. Il mio augurio è che “la mimosa” del 2022, possa diffondere il proprio profumo e far immaginare non solo l’8 marzo , un domani davvero diverso. Insieme uomini e donne. In un sogno che non vuole fare a meno dell’altra metà del cielo.

Auguri a tutte le Donne!

Maria Josè Caligiuri

Coordinatrice Regionale Azzurro Donna Calabria

Responsabile Regionale Calabria Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità di Forza Italia.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta