l’insegnante De Natale, lascia la scuola dopo 40 anni di servizio

Dopo 40 anni di attività didattica, lascia il servizio la maestra Erminia De Natale, della Scuola dell’Infanzia del 2° Circolo didattico di Cariati. Dirigente scolastica, colleghe ed alunni hanno voluto festeggiare l’evento, organizzando una allegra serata di canti, recite e dediche, che si è conclusa con un ricco buffet di rustici e dolci. Nel corso dell’intensa cerimonia si sono succeduti diversi interventi, che hanno ripercorso i momenti significativi della carriera scolastica dell’insegnante Erminia De Natale, con particolare riferimento alla sua professionalità, alla sua dedizione e al senso del dovere, dimostrati lungo tutto il percorso del servizio scolastico. La direttrice didattica, dott.ssa Maria Carone ha elogiato l’impegno valido e qualificato di docente e di referente del gruppo docente della Scuola dell’Infanzia della festeggiata, mettendo in risalto la sua qualità di mediazione nelle varie situazioni di difficoltà, nei rapporti con docenti e genitori. La collaboratrice – vicaria Lucia Farano ha sottolineato particolarmente l’operato di educatrice della De Natale per numerose generazioni di bambini, svolto con generosità, semplicità e modestia, diventando un pilastro della Scuola in tutte le occasioni. L’insegnante Maria Cariglino, a nome di tute le colleghe “di sempre e per sempre” della Scuola dell’Infanzia, ha puntualizzato i rapporti di vicinanza, di stima e di collaborazione della maestra Erminia, augurando il godimento della pensione per lungo tempo in salute e serenità. E’ seguito l’intervento dell’ex alunna Sara Cerenzia, che oltre alle qualità umane ha ricordato il suo amore per il disegno e la pittura, nonché “tutto quello che arricchisce giorno per giorno la nostra vita”. Sono stati letti vari messaggi di colleghe non presenti ed infine ha chiuso la manifestazione la stessa festeggiata, ricordando bambini, colleghe, la dirigente Carone ed il direttore amministrativo Cataldo Iemboli “con una sensazione di piacere per gli anni vissuti insieme e con un pizzico di nostalgia per le tante giornate trascorse in armonia ed affetto”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta