L’IDEA DI QUEST’ANNO PER IL MERCATINO DI NATALE: IL BRACIERE

Anche quest’anno il tradizionale mercatino di Natale è stato arricchito dalla fantasia di Rosina Zolli che dopo aver ridato lustro, lo scorso anno, alla “Quarara” quest’anno ha deciso di riportare alla vita il braciere, un altro simbolo della tradizione cariatese, che un tempo era presente in tutte le case. Rivedere il braciere è stato un po’ rivivere un passato ormai dimenticato ma neanche tanto lontano, in cui non c’era ancora la televisione e anche la radio era ancora un lusso, e ritrovarsi tutti insieme era il modo migliore per passare le lunghe e fredde serate invernali. Col suo poggiapiedi di legno il caldo braciere era una sorta di caminetto portatile intorno al quale tutti ci si raccoglieva, giovani e meno giovani, per riscaldarsi e per scambiare due chiacchiere, raccontarsi la giornata appena trascorsa, coccolarsi un po’. I partecipanti e gli organizzatori del mercatino, che come è ormai tradizione ha dato il via al Natale cariatese, meritano un affettuoso “grazie” per questa iniziativa, un appuntamento al quale i cittadini non hanno voluto mancare, affollando le bancarelle colme di simpatiche e tipiche specialità e di idee per i regali da mettere sotto l’albero che tra poco adornerà ogni casa.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta