L’assessore alla pubblica istruzione denunziato da un cittadino per minacce ed ingiurie

L’ambiente politico di Mandatoriccio registra un altro episodio di violenza, dopo quello che ha interessato il primo cittadino, avv. Angelo Donnici, al quale, nei giorni scorsi, era stata incendiata la propria autovettura da ignoti malviventi. L’episodio riguarda direttamente un assessore dell’attuale Amministrazione, presieduta da Angelo Donnici, ed è pensiero di molti che possa essere dovuto a diatribe politiche in atto. In una circostanziata denunzia, presentata ai carabinieri di Mandatoriccio, Ernesto Filippelli, cittadino di Mandatoriccio, asserisce di essere stato aggredito da Grasso Leonardo, noto a Mandatoriccio per la sua attività di gestore di un esercizio pubblico e per essere assessore alla pubblica istruzione e allo sport del Comune della cittadina premontana. Filippelli, stante a quanto dichiarato nella denunzia, mentre transitava in macchina nei pressi dell’esercizio dell’amministratore comunale, si è fermato per le grida del Grasso che gli intimava appunto di sostare. Da qui gli insulti verbali e le minacce proferite dal Grasso, in evidente stato di eccitazione, con la propria moglie che cercava invano di calmarlo. Durante questa animata discussione Ernesto Filippelli veniva colpito da un pugno al mento dalla madre del Grasso Leonardo, presente all’increscioso episodio. La storia ha avuto un secondo episodio quando il Filippelli, per rientrare a casa è dovuto passare davanti all’esercizio commerciale del Grasso, in quanto non c’erano altre strade percorribili. Gli insulti verbali e le minacce, si legge nella denunzia, sono continuate con l’aggiunta di una frase “Le lettere che hai scritto te le faccio mangiare”, che hanno fatto pensare al Filippelli che il riferimento fosse da addebitarsi ad alcuni volantini politici, apparsi recentemente sui muri del centro presilano. Volantini la cui paternità Ernesto Filippelli disconosce in maniera perentoria, pur essendo critico nei confronti dell’attuale Amministrazione. Dopo una notte agitata il Filippelli si è presentato al pronto soccorso del vicino ospedale per farsi visitare.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta