LA SCUOLA DI QUALITÁ È PREMIANTE: STUDENTESSA DEL LICEO SCIENTIFICO “STEFANO PATRIZI” DI CARIATI TRA LE ECCELLENZE SCOLASTICHE CALABRESI A BRUXELLES

Dal 9 all’11 aprile scorso, 50 studenti calabresi selezionati sulla base della media scolastica e del livello di certificazione linguistica in inglese, sono partiti per un’esperienza nelle istituzioni europee di Bruxelles. Tra questi anche Erika Blaconà frequentante la IV B del Liceo Scientifico “Stefano Patrizi” di Cariati. La studentessa era stata riconosciuta, insieme ad altri suoi compagni, eccellenza scolastica, durante una manifestazione svoltasi nel maggio 2023 presso la Cittadella Regionale Jole Santelli, alla presenza del governatore Roberto Occhiuto, del Vice Presidente Giusy Princi e del direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Antonella Iunti, per aver vinto un concorso nazionale indetto dal MIM e dalla Fondazione Vaticana “Fratelli tutti”. Il progetto seguito dalla professoressa Daniela Mancini all’interno del PON “Insieme per la Fraternità” aveva conquistato il primo posto nazionale sbaragliando oltre 450 scuole di tutta Italia.

La partecipazione al concorso, unitamente al possesso dei requisiti di media scolastica e certificazione linguistica sono valsi ad Erika un bellissimo viaggio premio di 3 giorni a Bruxelles.

“Questo importante viaggio formativo a Bruxelles che ha reso protagonista la nostra studentessa Erika Blaconà in un percorso di cittadinanza attiva all’interno del Parlamento Europeo rappresenta la giusta valorizzazione dell’impegno profuso per essersi distinta a livello nazionale. A lei auguro un presente e un futuro investimento in Calabria all’insegna dei valori e delle competenze acquisite attraverso quest’esperienza unica e particolare. Erano tanti i candidati, eccellenze del nostro istituto, ma il possesso di certificazioni linguistiche ha stabilito la classifica. Motiviamo i nostri studenti ad investire nelle certificazioni”. Così, la dirigente dell’Istituto d’Istruzione Superiore di Cariati, Sara Giulia Aiello, complimentandosi per il traguardo raggiunto.

“La Mia Esperienza a Bruxelles”

La Calabria è il luogo in cui sono cresciuta, un territorio ricco di storia, cultura e tradizioni. È da qui che sono partita per un viaggio fondamentale per il mio bagaglio culturale: Bruxelles, la capitale dell’Europa. Questo viaggio non è stato semplicemente una vacanza, ma il riconoscimento della mia dedizione e del mio impegno nell’ambito scolastico, premiati dalla mia Regione, la Calabria.

Essere riconosciuti come eccellenze scolastiche è un’onorificenza che va ben oltre i confini della mia piccola comunità, mi ha reso fiera di poter dimostrare che anche da una regione periferica come la Calabria possono emergere talenti e capacità.

I giorni precedenti alla partenza sono stati un turbinio di emozioni e preparativi. Nonostante la felicità per l’opportunità che mi era stata concessa, c’era anche un briciolo di ansia.

L’arrivo a Bruxelles è stato come entrare in un mondo completamente nuovo. La vivacità della città, le sue architetture imponenti e la diversità culturale mi hanno rapita sin dai primi istanti. Ogni momento del viaggio è stato un’avventura, dalle visite alle istituzioni europee alle passeggiate nei pittoreschi vicoli del centro storico.

In tre giornate ho visitato ambienti di cui avevo solo sentito parlare, ed era strano per me pensare di essere proprio lì, all’interno di tutti quei luoghi che spesso sentivo nominare in tv: la camera del commercio Belgo-Italiana, il Parlamentarium, la Casa della Storia europea. Le visite non sono state affatto fredde e distaccate,

al contrario i politici stessi erano interessati alle nostre opinioni, tanto da realizzare due workshop, uno sui fondi strutturali e l’altro sulla project pipeline, per permetterci di esprimere al meglio le nostre idee.

Tornando a casa, ho portato con me molto più di una semplice esperienza. Da questa esperienza ho acquisito maggiore consapevolezza di ciò che mi circonda, custodisco ricordi preziosi e nuove prospettive. Da un lato, ero un po’ triste pensando di dover lasciare una città così ricca di stimoli e dei compagni con cui in poco tempo ho instaurato un rapporto significativo, dall’altro lato però, ero consapevole che sarebbe stato solo un arrivederci, e non vedevo l’ora allo stesso tempo di poter tornare a casa, per raccontare a tutti ciò che avevo visto, fatto e vissuto.

Il viaggio a Bruxelles è stato molto più di una semplice visita turistica. È stato un viaggio di scoperta personale, di crescita e di gratitudine. Ringrazio la Regione Calabria per avermi donato questa straordinaria opportunità, ma ringrazio, anche e soprattutto, la mia scuola nelle persone della dirigente Aiello e della professoressa Mancini. Sono fiera di fare il mio percorso di studi presso il Liceo Scientifico “Stefano Patrizi” di Cariati, dove continuerò a impegnarmi per onorare il titolo di eccellenza scolastica che mi è stato conferito.

Alunna Domenica Erika Blaconà

Prof.ssa Daniela Mancini

Print Friendly, PDF & Email

Views: 364

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta