La Capitaneria di porto di Crotone ha sequestrato il depuratore del comune di Cirò Marina.

La Capitaneria di porto di Crotone ha sequestrato il depuratore del comune di Cirò Marina. Stessa cosa è avvenuto a Torretta di Crucoli, dove il depuratore è stato sequestrato, invece, dai carabinieri del Noe – Nucleo operativo ecologico – di Catanzaro e da quelli della Stazione locale. L’impianto di Cirò Marina, da quanto è stato possibile apprendere, non funzionava affatto e i liquami fognari venivano scaricati tal quali. Il sindaco di Cirò Marina Siciliani ha dichiarato che si tratta solo di una “pompa difettosa”. Non conformità alle normative vigenti sono state rilevate dai Carabinieri anche per il depuratore di Torretta di Crucoli, dove lo smaltimento dei reflui avveniva, a quanto pare, in maniera irregolare. Dovrà adesso essere la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone a chiedere al Gip la convalida dei sequestri dei due depuratori.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta