il vicesindaco replica a Critelli: acque perfette

CARIATI – Qualità delle acque: il vicesindaco Cataldo Perri replica alle dichiarazioni (“strumentali”) rese ieri dal consigliere di minoranza Tommaso Critelli (Udc) che aveva raccolto ed amplificato le lagnanze di diversi cittadini sulla bontà del prezioso liquido. A parere di Cataldo Perri siamo dinanzi ad un bieco “allarmismo, forse dettato da altri intenti, ad esempio quello di intralciare la conferma della Bandiera Blu 2010 per la nostra comunità. Altrimenti, ancora una volta, non si capisce il perché di simili ricostruzioni ed accuse che, cancellando il passato amministrativo nel quale si è stati protagonisti, vengono stranamente rivolte all’attuale squadra amministrativa”. Il vice sindaco garantisce: “L’auto-controllo comunale delle acque potabili erogate è rimasto inapplicato dalla precedente amministrazione, di cui Critelli era parte integrante. Mentre, tra i primi atti del nostro esecutivo, guarda caso, c’è stata proprio l’applicazione di quella normativa, attraverso la convenzione da noi stipulata con uno studio biologico autorizzato ed iscritto all’albo regionale. Dal 2006, quindi, sono oggetto di controllo sia le fonti di approvvigionamento idrico, sia la rete. All’auto-controllo comunale si aggiunge poi il controllo dell’Azienda sanitaria provinciale che è sempre stato puntuale e rigoroso. Quando, in casi rarissimi, “si è verificato qualche disguido, abbiamo provveduto con immediatezza ed efficienza a dare avviso pubblico alla cittadinanza interessata, attraverso tutti i mezzi di comunicazione disponibili, prescritti e non prescritti, come ad esempio il giro per le vie interessate di un’apposita auto con messaggio audio amplificato”. Un passo indietro: “Bisogna ricordare inoltre all’ex assessore Critelli che alcuni pozzi di approvvigionamento, utilizzati fino al 2005, sono risultati non conformi alla legge. L’allora commissario prefettizio, a seguito di controlli, ha poi provveduto ad utilizzare altri pozzi a norma. Detto diversamente, i pozzi attualmente usati, e che in parte sono diversi da quelli usati dalla giunta di cui faceva parte Critelli, oggi (e non ieri) sono a norma”. Per ciò che concerne, infine, la presenza di sabbia nell’acqua, l’esponente dell’Udc “dimentica che l’attuale amministrazione (non la sua) ha finalmente dotato i pozzi di contrada Petraro delle necessarie vasche di decantazione. Ciò non significa che, in alcune circostanze, non possano anche verificarsi dei problemi nell’erogazione idrica (che, dal 2006, non subisce interruzioni, come invece accadeva prima, soprattutto d’estate)”. In ogni caso, assicura Perri, tutte “le dovute e giuste segnalazioni in merito saranno prontamente prese in considerazione dagli uffici competenti”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta