il Sindaco di Cariati avrebbe affermato di aver convocato il Consiglio Comunale. Forse si sbaglia e si riferisce all’ennesima convocazione di riunione di maggioranza.

Quando stamattina nelle innumerevoli telefonate ricevute ed effettuate per lo scambio di auguri di Buona Pasqua ho appreso del comunicato stampa e dell’intervista rilasciata dal Sindaco di Cariati ho pensato: a che serve rispondere? I fatti parlano da soli! Ma mi rendo conto che molto spesso il desiderio che le cose vadano bene fa chiudere gli occhi alle persone di buona fede davanti persino alle cose più evidenti! Mi è stato riferito, ma essendo fuori non sono riuscita ad averne piena cognizione, che il Sindaco di Cariati avrebbe affermato di aver convocato il Consiglio Comunale. Forse si sbaglia e si riferisce all’ennesima convocazione di riunione di maggioranza che negli ultimi mesi convoca quasi quotidianamente e che non solo vanno per le lunghe ma sono anche molto animate ed urlate con porte che sbattono e parole grosse che volano! La convocazione infatti sarà pervenuta ai soli consiglieri di maggioranza visto che quelli di minoranza, che peraltro hanno richiesto la convocazione il 9 marzo scorso, a tutt’oggi non hanno ricevuto alcuna notifica! Relativamente poi alle giustificazione che il Sindaco avrebbe avanzato su tutti i rilievi svolti dalle opposizioni sin da ora comunico che sarà mia premura pubblicare tutti gli atti e i documenti ufficiali ivi compresa la verifica di cassa al 30 marzo comunicata dal tesoriere al Comune da cui si evidenzia l’esposizione debitoria del Comune e i mandati con le relative cifre per gli amministratori oltre ad indicare i fondi vincolati quasi tutti utilizzati e il numero dei mandati di pagamento e i pignoramenti ad oggi inevasi per mancanza di liquidità. Inoltre non risultano pagati gli stipendi dei dipendenti comunali relativi al mese di marzo. Sui rilievi svolti dalla Corte dei Conti noi siamo in attesa di prendere visione non solo della risposta ma anche e soprattutto dei documenti che la Corte dei Conti ha richiesto di allegare. Ma visto che la scadenza dei 15 giorni di proroga richiesti scadono giovedì prossimo non avremo molto da aspettare! Relativamente poi al patto di stabilità ricordo che non è importante l’entità del discostamento anche se nel caso di specie non è irrilevante, ma soprattutto mi auguro che non vi sia stato, così come paventato dalla Corte dei Conti, un discostamento anche nell’anno precedente. Sulla questione SO.GE.FIL ….. non vi sono parole! Vorrei sapere se e quali azioni civili e penali sono state intraprese nei confronti di questa società per la tutela dei diritti dei cittadini di Cariati al fine di rientrare non solo delle somme non riversate ma anche delle banche dati necessarie per il Comune per l’attivazione del servizio di riscossione interno (per la quale sembra ci siano molti contrasti interni, non solo alla maggioranza ma anche nell’”organigramma” dello stesso Comune, che stanno ostacolando la sua stessa costituzione). Da quanto mi risulta inoltre sembra che la SO.GE.FIL. abbia avanzato richiesta di risarcimenti danni (sarà mia cura pubblicare anche questo documento). Per quanto riguarda il contributo economico che personalmente avrei dato a qualche sito il Sommo Poeta diceva: non ti curar di lor ma guarda e passa! Ed io aggiungo: solo chi è abituato ad agire in determinati modi e con determinati metodi può pensare che gli altri agiscano allo stesso modo, utilizzando gli stessi metodi! Sindaco chi ha responsabilità di governo non può più permettersi di non dire come realmente stanno le cose. Primo o poi i nodi vengono al pettine! Inutile arrampicarsi sugli specchi! Il mio augurio sincero è che la Pace e la Serenità siano non solo nella Tua vita privata ma possano entrare anche nella Tua vita pubblica rendendo così più serena la vita di tutti i cittadini di Cariati i quali da persone intelligenti e volenterosi quando conosceranno la realtà dei fatti e della situazione economica del nostro Comune dopo un primo momento di sbandamento sapranno rimboccarsi le maniche e risorgere dalle proprie ceneri come la Fenice e ricostruire il nostro meraviglioso paese. Bona Pasqua a tutti. Filomena Greco

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta