il Pdl c’è, e scende in campo.

Il Popolo della libertà (Pdl) c’è, e a quanto pare gode di buona salute giacché, se i numeri non sono confutabili, almeno a guardare i consensi avuti alle ultime elezioni regionali, si colloca fra i primi partiti cittadini. La vivacità del circolo è certificata dall’ultima assemblea degli iscritti che, dopo avere adempiuto all’elezione del consiglio direttivo, ha discusso sulle problematiche che investono direttamente la città da sottoporre ai consiglieri di centro destra in regione. Ma l’occasione è stata ghiotta per tracciare una prima analisi sui movimenti politici locali in vista delle elezioni comunali del 2011. Il coordinatore del circolo, Gianpasquale Nigro Imperiale, è categorico: “Prima di gettarci a capofitto nelle questioni irrisolte senza conoscerne i reali termini, preferiamo ponderare ogni passo. Le soluzioni, che certamente troveremo, saranno sottoposte ai nostri referenti regionali coi quali abbiamo già fissato un incontro la settimana prossima”. A chi mai avesse nutrito dubbi in proposito, i pidiellini rilanciano: “In merito alle elezioni comunali, comunichiamo che siamo già pronti a scendere in campo soli o con alleati che sposeranno la nostra causa e che sono in linea con i nostri programmi. Siamo aperti ad ogni eventuale confronto con tutte le altre forze politiche che abbiano sincere intenzioni d’impegnarsi per il proprio paese e non per se stessi”. Insomma, il futuro prossimo venturo, “in sintonia con la regione Calabria, sarà determinante per lo sviluppo della nostra comunità e per la realizzazione di opere e strutture a servizio dei cittadini”. Infine, una frecciata a quanti hanno “usato impropriamente il nome del Pdl” e l’invito ad attenersi solo a “fonti ufficiali, non a voci di popolo” Per la cronaca, ecco i componenti del coordinamento che “affiancheranno” Nigro Imperiale “nei lavori, nelle scelte e nelle decisioni che il partito dovrà prendere in nome del bene comune”: Francesco Venneri (coordinatore vicario), Aldo Stella, Cataldo Santoro, Salvatore Gangale, Roberto Parise, Giuseppe Fanigliulo, Leonardo Mancuso e Domenico Nigro Imperiale.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta