IL GRUPPO FINALMENTE CARIATI “ Simona Loizzocè” INCONTRA L’AMMINISTRAZIONE

Una rappresentazione del Gruppo Finalmente Cariati “ SimonaLoizzocè” nella tarda mattinata del 06/05/2022, è stata ricevuta nella sede della casa Comunale di Cariati, dal Sindaco Avv. Filomena Greco e dall’Assessore Dott.sa Sara Bianco per un confronto attinente la problematica del disinsabbiamento del porto Peschereccio e Turistico di Cariati;
Dal confronto è emerso un costante interessamento a questa problematica da parte dell’Amministrazione non solo con reiterate richieste e solleciti scritti ma anche con numerosi incontri in Regione Calabria, volti ad ottenere un finanziamento per la risoluzione della problematica. Nel corso dell’arco temporale che va dal 2016 ad oggi le varie richieste ed incontri sono sfociati in un contributo erogato al FLAG BORMAS e l’ulteriore contributo a favore del Comune deliberato dalla Giunta Regionale nei giorni scorsi, per un totale di € 250.000,00 per l’urgente effettuazione del dragaggio dell’imboccatura del porto e successivo ripascimento delle spiagge;
Gli ufficio Comunali hanno già tutto pronto per richiedere ordinanza alla Capitaneria di porto per poter procedere all’inizio dei lavori, entro 15/20 giorni, non appena il FLAG invierà tutto quanto necessario per completare la documentazione;
In merito, i rappresentanti delegati presenti, del Gruppo Finalmente Cariati “ SimonaLoizzocè”, quali Riccardo Lettieri, Giorgio Scarpello, Cataldo Cocone, Domenico Urso insieme al sig. Russo Raffaele, quale delegato alla pesca dello stesso Gruppo, esprimono grande soddisfazione per le risposte date dal Primo Cittadino e dell’incontro costruttivo avuto in data odierna, intravedendo, finalmente, la fine delle difficoltà, rischi e pericoli che ogni volta andavano incontro i pescherecci durante l’uscita e l’entrata nel porto di Cariati sollecitando in tal senso detta amministrazione Comunale al fine di prodigarsi per l’imminente arrivo della draga, vista anche la stagione estiva ormai alle porte.
Il Sindaco ha inoltre anticipato che continuerà per una definitiva risoluzione del problema dell’insabbiamento che certo non potrà dirsi risolto con questo intervento anche se coadiuvato dagli altri lavori per la difesa costiera che a breve dovrebbero iniziare e frutto di un progetto regionale del lontano 2013

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta