Il GRUPPO CONSILIARE “INSIEME AL POPOLO” Richiede l’istituzione di Commissioni consiliari.

GRUPPO CONSILIARE “INSIEME AL POPOLO” Comune di Cariati Cariati, lì 06 maggio 2013 Al sig. SINDACO Al Presidente Consiglio comunale E p.c. A tutti i Consiglieri Comunali COMUNE DI CARIATI OGGETTO: Richiesta Istituzione Commissioni consiliari. E’ sotto gli occhi di tutti, Istituzioni comprese, che la nostra cittadina attualmente versa in una grave situazione di degrado ambientale ed urbano, che ha raggiunto ormai livelli preoccupanti anche ai fini igienico-sanitari a causa delle tonnellate di rifiuti indifferenziati sparsi sul territorio comunale e della più generale incuria e del totale abbandono in cui si trovano le strade e gli spazi pubblici. E’ indubbio, inoltre, che il problema dei rifiuti urbani è fortemente acuito dalla mancata attivazione del servizio di raccolta differenziata, unica soluzione valida. Eppure, tale attivazione era stata programmata allorquando rivestivo la carica di assessore. In quel periodo, infatti, sul tema si erano tenute numerose Conferenze di Servizi, riunioni con i Consiglieri comunali e l’impresa affidataria del servizio, incontri con i cittadini e le associazioni. In particolare, era stato previsto, per le utenze domestiche, il servizio “porta a porta” nel Centro e il servizio “di prossimità o stradale”, con l’installazione di cassonetti nuovi, nelle zone periferiche, mentre per tutte le utenze commerciali (bar, ristoranti, ecc.) il servizio “porta a porta”. Tuttavia, devo constatare – a malincuore – che a distanza di diversi mesi viene svolto sì un servizio di raccolta “porta a porta”, ma solo limitatamente ad alcune circoscritte zone e in modo “indifferenziato”, pur essendo probabilmente previsto un costo per la raccolta presso migliaia di utenze. Ad acuire sensibilmente tale situazione di degrado contribuisce, poi, l’attuale condizione dei servizi comunali (viabilità, illuminazione pubblica, spazzamento strade, servizi cimiteriali, servizio idrico, ecc..), spesso inesistenti e, comunque, inefficienti e carenti. Altra questione ormai non più procrastinabile è, poi, quella della “toponomastica” e della relativa segnaletica. Vi sono, infatti, molte vie e piazze comunali senza nome. Ciò innegabilmente crea notevoli disagi soprattutto per i cittadini ivi residenti. Eppure, tale problema sarebbe di facile soluzione se vi fosse la volontà politica di affrontarlo. Basterebbe, infatti, intitolare le suddette vie e piazze ad illustri concittadini, che nella loro vita si sono distinti nelle professioni e nelle arti, in politica e nelle Istituzioni, in campo religioso e militare, ecc.. Si tratterebbe, in sostanza, di un modo per tributare a questi uomini celebri il giusto riconoscimento che meritano e per mantenere così sempre vivo il ricordo, anche nelle generazioni future. Ciò, del resto, per alcuni nostri illustri concittadini è già avvenuto in altri Comuni, provocando in molti Cariatesi un profondo senso di mortificazione e disappunto nei confronti delle Istituzioni locali. In conclusione, la tutela dell’ambiente, l’efficienza dei servizi comunali e la toponomastica sono tematiche prioritarie e meritevoli di essere affrontate, in modo serio leale e costruttivo, all’interno del Consiglio Comunale, convinto come sono – da sempre – che in un momento così difficile per il nostro Comune sia necessario il coinvolgimento ed il fattivo apporto dei Consiglieri comunali, eletti direttamente dal Popolo, per poter affrontare e risolvere i tanti e spinosi problemi che attanagliano la nostra Cariati, nell’interesse prioritario ed esclusivo dei Cittadini, nei cui confronti sussiste un obbligo morale, prima ancora che politico, di dare risposte concrete, anche perché sinora le scelte assunte da pochi e calate dall’alto si sono dimostrate inadeguate e talvolta, addirittura, fallimentari. Per far sì che tutto ciò non resti solo un apprezzabile intendimento ma si traduca in realtà, ritengo necessario ricorrere a quel valido strumento costituito dalle Commissioni consiliari, luogo in cui è possibile quel confronto leale e costruttivo tra tutti i Gruppi consiliari, considerato peraltro che ormai i Consigli comunali vengono convocati, in prossimità delle scadenze (a volte anche dopo), solo ed esclusivamente per discutere ed approvare adempimenti di legge. Pertanto, nella mia qualità di Consigliere comunale e Capogruppo di “INSIEME AL POPOLO”, chiedo che venga immediatamente attivata la prescritta procedura per l’istituzione, ai sensi dell’art. 8 del vigente Regolamento per il Funzionamento del Consiglio e delle Commissioni Consiliari, delle seguenti Commissioni consiliari: 1) Commissione Ambiente e Politiche Ambientali; 2) Commissione Servizi Comunali; 3) Commissione Toponomastica. Fiducioso di un positivo accoglimento della mia richiesta, porgo distinti saluti. IL CAPOGRUPPO “INSIEME AL POPOLO” Sergio Salvati

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta