Il 21 novembre è “La Giornata Nazionale degli Alberi”

Il Programma della Giornata Nazionale degli Alberi, 2014 La Giornata Nazionale degli Alberi, ovvero il 21 novembre, nasce con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del patrimonio arboreo e boschivo mondiale ed italiano, al fine di tutelare la biodiversità, contrastare i cambiamenti climatici e prevenire il dissesto idrogeologico. Tale evento, riconosciuto dalla Legge n. 10 del 14 gennaio 2013 (norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani), rappresenta l’occasione privilegiata per porre l’attenzione sull’importanza degli alberi per la vita dell’uomo e per l’ambiente. Tale giornata è individuata per legge nel 21 novembre di ogni anno e nasce con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del patrimonio arboreo e boschivo mondiale ed italiano. E’ un appuntamento ormai tradizionale per i cittadini italiani, ma che si rinnova e si carica di significati sempre diversi ad ogni edizione. Ogni anno la Giornata è intitolata a particolari temi di rilevante valore etico, culturale e sociale. Il tema scelto per quest’anno è:“L’albero: la sua storia, la nostra storia”. Valorizzare l’ambiente, il patrimonio arboreo e boschivo e le tradizioni legate all’albero nella cultura italiana, ed operare verso una migliore vivibilità degli insediamenti urbani sono obiettivi che effettivamente ricalcano il dettato del protocollo di Kyoto. Il tutto utilizzando risorse umane, strumentali e finanziarie già disponibili, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Il 21 novembre di ogni anno viene intitolato ad un tema di elevato valore etico, culturale e sociale. Durante questa Giornata gli studenti delle scuole, in collaborazione con Comuni, Regioni e Corpo Forestale dello Stato, piantano in aree pubbliche piantine di specie autoctone, a volte messe a disposizione dai vivai forestali regionali. Il rinverdimento delle aree pubbliche è una pratica “sponsorizzata” già nella Legge n. 113/1992 (Legge Rutelli), che prevede l’obbligo di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito della registrazione anagrafica. Con la Legge n. 10/2013 l’obbligo si è estesa anche a ciascun minore adottato. Per verificare l’effettivo incremento del verde pubblico è stato istituito un Comitato ad hoc, con i seguenti compiti: 1) monitorare l’attuazione della Legge 29/1/1992 n. 113 e di tutte le normative che promuovono lo sviluppo del verde pubblico e privato; 2) individuare i percorsi progettuali e le opere necessarie che le PP.AA. devono intraprendere per garantire l’attuazione della Legge 29/1/1992 n. 113; 3) proporre un piano nazionale, contenente criteri e linee guida, per la realizzazione di aree verdi permanenti intorno alle maggiori aree urbanizzate e di filari alberati lungo le strade e la creazione di giardini e orti; 4) verificare che gli enti locali garantiscano la sicurezza delle alberature stradali e dei singoli alberi; 5) predisporre entro il 30 maggio di ogni anno una relazione circa i risultati ottenuti dal monitoraggio; 6) testare le iniziative della Giornata Nazionale degli Alberi; 7) promuovere gli interventi atti a proteggere e migliorare i giardini storici. Regioni, Province e Comuni, ognuno per le proprie e disponibilità, si impegnano a rendere le nuove edificazioni e quelle esistenti più green. In particolare i Comuni possono verificare: il riuso e la riorganizzazione degli insediamenti residenziali e produttivi esistenti, piuttosto che trasformare aree non urbanizzate; gli strumenti e gli interventi per la conservazione e il ripristino del paesaggio rurale o forestale non urbanizzato. Il Programma della Giornata Nazionale degli Alberi 2014 Provincia di Cosenza L’ iniziativa provinciale della giornata nazionale degli Alberi, nasce dall’idea dell’Ordine provinciale dei dottori Agronomi e dei dottori Forestali di Cosenza, in collaborazione tra i due Istituti Nazionali di ricerca presenti sul territorio provinciale (con i quali esiste già protocollo d’intesa sull’innovazione con il CONAF – Consiglio nazionale dell’Ordine dei dottori Agronomi e dei dottori Forestali), ovvero CRA-OLI (Consiglio per la Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura -Centro di ricerca per l’olivicoltura e l’industria olearia ), e CRA-SAM (Consiglio per la Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura -Unità di ricerca per la selvicoltura in ambiente mediterraneo) di Rende, il Corpo Forestale dello Stato di Cosenza, e le amministrazioni comunali di Cariati, Corigliano Calabro, Cosenza, Malvito e Rende. Grazie alla sensibilità di tutti i soggetti coinvolti, l’iniziativa sarà svolta presso altrettante scuole e spazi pubblici dei comuni coinvolti con la piantumazione a cura di uno o più giovani studenti, che a fine presentazione dell’iniziativa che si prevede all’aperto, metteranno a dimora una pianta di olivo e/o una pianta di interesse ornamentale, unitamente all’apposizione di una targa celebrativa dell’evento appositamente realizzata dall’Ordine degli Agronomi di Cosenza per ricordare questa giornata. Sarà possibile inoltre seguire la diretta streaming dell’evento nazionale che si terrà a Roma presso la Società Geografica Italiana onlus Palazzetto Mattei in Villa Celimontana a Roma.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta