IIS CARIATI Giornata Seminariale di Formazione Ambientale

Educare alla legalità e alla sostenibilità ambientale è uno dei capisaldi formativi dell’IIS “LS-IPSC-IPSIA-ITI” di Cariati, impegnato a promuovere negli studenti una cittadinanza attiva e consapevole che li renda atti a contribuire allo sviluppo e al benessere della società in cui vivono.

Questa anche la finalità della Giornata Seminariale di Formazione Ambientale che si è tenuta giovedì 10 febbraio 2022 nell’Aula Magna dell’IIS Cariati- plesso ITI, cui hanno partecipato gli alunni delle classi 2BCh e 4Ach ITI, 3A Ipsseoa, 5A e 5B Liceo scientifico di Cariati, 5A Liceo scientifico di Mirto e  dedicata al Goal 14 dell’Agenda 2030 (Conservare e utilizzare in modo durevole  gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile).

Fortemente voluto dalla DS prof.ssa Sara Giulia Aiello e organizzato dalla prof.ssa Marisa Linardi, l’evento formativo, trasmesso in diretta Facebook, si è distinto per l’elevato spessore culturale grazie agli interventi degli illustri ospiti, esperti del settore e alla professionalità e competenza del moderatore prof.ssa Daniela Mancini, docente funzione strumentale dell’IIS Cariati, ma anche socio operativo della Lega Navale Italiana sezione di Cariati.

In apertura, dopo l’introduzione, la prof.ssa Mancini ha ricordato le finalità e l’azione della Lega Navale.

Hanno, quindi, relazionato, in modo tecnico, ma accessibile agli alunni presenti, nell’ordine:

  • Dr Domenico Nigro Imperiale – Direttore Sez. Crucoli Società Nazionale di Salvamento Genova

(ha presentato l’associazione Società Nazionale di Salvamento Genova, chiarendo l’attività svolta dalla stessa in sinergia col MI per educare i giovani al mare, poi, ha relazionato sulla sicurezza in mare)

  • ssa Francesca Mirabelli – Presidente Associazione Mare Pulito “Bruno Giordano”

(ha presentato l’associazione Mare Pulito “Bruno Giordano” di cui è fondatrice e presidente, poi, ha relazionato su “Tutela del mare e del suo ecosistema”)

  • Ambientale Antonella Sette – Socio Associazione Mare  Pulito” Bruno Giordano”-

(ha spiegato l’importanza di depuratori efficienti per la sostenibilità e ha presentato “Le buone prassi per la tutela del mare”, un vademecum informativo a cura dell’Associazione)

  • Giuseppe Cufari – Socio Rotary Club Terra Brettia Cariati

(ha presentato l’associazione Rotary e ha relazionato su Agenda 2030 e Rete Natura 2000: le aree Marine protette (ZSC) del basso Ionio  Cosentino )

  • Comandante Capitaneria di Porto di Corigliano Calabro Francesco Cillo

(ha relazionato su “la salvaguardia dell’ambiente marino e costiero attraverso l’attività di sorveglianza, accertamento e repressione illeciti ambientali svolta dalla Guardia Costiera”)

Sono seguiti gli interventi degli alunni che, con le loro domande, hanno posto l’attenzione su:

  • la necessità di regolare in modo efficace la pesca ponendo fine alla pesca nociva per l’ecosistema marino
  • sullo sviluppo morale della gioventù da parte della Società Nazionale di salvamento
  • sulle buone pratiche che hanno adottato i Comuni che hanno ricevuto il premio Mare Pulito “Bruno Giordano”
  • sui criteri di selezione dei siti Natura 2000

Il  concorso, indetto dalla Società Nazionale di Salvamento a seguito del Protocollo di Intesa del 10 giugno 2021 tra il Ministero dell’Istruzione e la Società Nazionale di Salvamento per la promozione dell’educazione al mare e alla sicurezza in acqua, nelle scuole di ogni ordine e grado, si propone di incoraggiare gli studenti a esprimere, attraverso la parola scritta, la loro visione del mare con i suoi abitanti e i suoi problemi, il suo presente e il suo futuro, favorendo nella creazione dei racconti la conoscenza delle tematiche di salvaguardia ambientale e di educazione al primo soccorso.

Il DS Aiello, nel suo incisivo intervento, ha ringraziato gli ospiti presenti e ha ricordato agli studenti l’importanza di una formazione ambientale integrale, in cui la preoccupazione per la natura, l’impegno nella società, ma anche la gioia e la pace interiore risultano inseparabili.

Citando l’enciclica Laudato si’ di papa Francesco, ha sottolineato l’esigenza formativa di un “cambiamento di rotta” da realizzare in sinergia con tutti gli attori protagonisti a livello sociale, culturale e civile, affinché l’uomo assuma la responsabilità di un impegno per “la cura della casa comune”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta