I Cariatesi al Centro del Cambiamento!

Cariati questo deve trovare e lo troverà quando si riuscirà a diffondere tra tutti un vento nuovo

Lo spiacevole episodio che ha coinvolto quest’estate il Sindaco Greco è alle spalle.

Sono stato il primo a restarne sconcertato e dispiaciuto. Ciò l’ho più volte esternato di persona e anche su queste colonne.

Ebbene adesso é giunto il tempo del fare.

Troppo silenzio avvolge, però, l’amministrazione Greco in questi giorni di ri-partenza.

Sarà di buon auspicio.

Di sicuro, il Sindaco e la sua squadra di gran lena staranno programmando e pianificando azioni e progettualità.

Oltre che risolvere le mille criticità e emergenze, facendo a cazzotti con le risorse finanziarie che stentano.

Sarebbe importante comprendere le priorità sulle quali l’Amministrazione Greco vuole concentrasi.

Non perché si é curiosi. Lungi da chi scrive, ma esclusivamente per essere all’unisono parte attiva del cambiamento.

Non esiste, ma questo sarà chiaro ai molti, che il cambiamento possa essere scisso dalla comunità.

I cariatesi devono sentirsi dentro al processo. Non possono sentirsi esclusi.

Sarebbe un errore imperdonabile per una comunità piccola quanto Cariati.

Il tema del riscatto, quindi, deve passare necessariamente per un protagonismo attivo dei cariatesi.

Deve diventare un sentimento comune. Bisogna che se ne parli. Che coinvolga tutti. Anche i cariatesi che sono lontani.

Insomma, porterà anche via del tempo, potrà generare dei malcontenti, ma in fondo é l’unica maniera per fare dei passi in avanti sicuri e di valore.

Ciò é il vero sentimento che deve occupare l’Amministrazione Greco, perché il tempo tra il dire e il fare é ormai estremamente limitato.

Cariati questo deve trovare e lo troverà quando si riuscirà a diffondere tra tutti un vento nuovo, ricco di un comune sentire.

Chissà se un bel giorno il cambiamento coinvolgerà orgogliosamente tutti.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta