Giuseppe Parise, presidente dell’associazione cariatesi a Milano: bisogna intervenire con idee nuove. Necessario un radicale cambiamento.

Gentilissimo direttore di “Cariativacanzealmare.it”, noi che viviamo ahimè lontano da Cariati non possiamo che apprezzare il sottofondo musicale che richiama la nostra terra, il sapore dei nostri prodotti l’aria pulita di un tempo che si respirava seguendo l’intervista di Cataldo Fortino, per gli amici “Taluzzo”. Un piccolo imprenditore che ama il proprio paese e non riesce a rassegnarsi al punto che coraggiosamente denuncia tutte le negatività di Cariati, negatività che egli come altri avverte. Per questo direttore mi permetto di rafforzare la disamina di Aldo, ma cercando di avere uno sguardo rivolto al futuro, lamentarsi oramai non serve, criticare la politica ormai è cosa comune, i politici, invisibili, tranne qualcuno di buona volontà, che si sforza di denunciare il dramma che vive la comunità, ma ahimè senza un risultato capace di ribaltare un sistema ormai vecchio, corrotto, non adeguato alle esigenze del momento! Come dicevo all’inizio di questa lettera, direttore, la musica che richiama la nostra terra è cosa buona ma da sola non basta, non riesce a risolvere i problemi della nostra comunità, bisogna invece intervenire con idee nuove, con spirito di collaborazione di tutti i cittadini cariatesi, anche quelli che non vivono a Cariati. Vorrei dire all’amico Aldo che la sua ennesima intervista tocca il cuore di un cariatese come me che anche se lontano da Cariati vive tutti i giorni le stesse preoccupazione di chi vi è rimasto con la consapevolezza che si debba reagire senza alcun indugio. Un cariatese come me convinto che l’unione fa la forza, convinto che insieme riusciremmo a sanare tutto quello che è possibile, e che per farlo è necessario un radicale cambiamento culturale fra tutti noi cariatesi che abbiamo tra l’altro un centro storico e un mare invidiato da tutti! Non serve continuare per capirlo, dobbiamo organizzare un movimento capace di creare i presupposti per un cambiamento anche politico, collaborando con imprenditori e politici di buona volontà, con i giovani cariatesi che ormai sono stanchi delle solite cose… partiamo caro Aldo con delle iniziative concrete, coinvolgendo piu’ persone, anche le persone che vivono fuori, lontano da Cariati ma che hanno a cuore le sorti di questa città, perché uniti si vince, per questo caro Aldo siamo con te! Giuseppe Parise – Milano

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta