GIORNATA MEMORIA, SCUOLE AL CINEMA

GIORNATA MEMORIA, SCUOLE AL CINEMA “LA VITA È BELLA” PER GLI STUDENTI DELLE MEDIE SERO: FAR CONOSCERE LA STORIA, IMPEGNO DI TUTTI CARIATI (CS), Martedì 26 Gennaio 2010 Anche CARIATI celebra, domani, Mercoledì 27 Gennaio, il GIORNO DELLA MEMORIA, la ricorrenza nazionale istituita nel 2000 dal Parlamento Italiano, aderendo alla proposta internazionale di dichiarare questo giorno come consacrato alla commemorazione delle vittime del nazionalsocialismo (nazismo) e del fascismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati. Su invito del Dirigente della Scuola Media “DE AMICIS”, la Prof.ssa Angela Maria BRUNI nella mattinata di domani (Ore 10), presso il nuovo Cinema Teatro cittadino, gli studenti parteciperanno alla visione del film “LA VITA È BELLA” (1997), il capolavoro diretto ed interpretato da Roberto BENIGNI. Al termine della visione, alla presenza anche del Sindaco Filippo SERO che assisterà alla proiezione del film insieme a studenti e docenti, vi sarà un momento di riflessione sul significato e sul messaggio del film e della Giorno della Memoria. “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”. Dovremmo considerare questa riflessione di Primo LEVI – dichiara il Sindaco – la premessa ideale e concreta di un rinnovato impegno civile per la conoscenza della Storia, coinvolgendo soprattutto le nuove generazioni. Identità e memoria rischiano sempre di più essere barattate, attraverso un’offerta televisiva di dubbia qualità, col dominio incontrastato di un presente troppo facilmente e banalmente trasformato quasi in vacua storia quotidiana. Scuola, famiglie ed istituzioni devono riappropriarsi di un minimo spazio pedagogico, privilegiando lo studio e l’approfondimento dei fatti storici, nazionali, internazionali ma anche di quelli regionali e territoriali. Nessun cittadino – continua il Primo Cittadino – tanto del mondo quanto della nostra comunità, potrà davvero sentirsi tale, se privato degli anticorpi della Storia e della memoria. L’iniziativa di domani – conclude SERO – condivisa con il mondo della Scuola, nel suo piccolo, ambisce ad offrire un minimo contributo in questa sfida cognitiva e di riconquista delle chiavi di accesso al proprio futuro, che non è soltanto sfida generazionale, ma epocale e decisiva per il futuro dell’Italia, dell’Europa e del mondo.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta