FUTUR-E, 6 PROGETTI PER RIQUALIFICARE CENTRALE

A BREVE VALUTAZIONE COMMISSIONE GIUDICATRICE

TURISMO ED AGROALIMENTARE, OBIETTIVI COMUNE

 

QUALITÀ della soluzione proposta (realizzabilità dell’idea, rapporto e valorizzazione del contesto limitrofo urbano e territoriale, qualità del progetto e dei manufatti proposti, valorizzazione del sito, inserimento nel paesaggio); livello di INNOVAZIONE (nuove soluzioni rispetto all’ambito selezionato, funzioni e servizi innovatiti per il contesto, mix funzionale e livello di sinergie proposte, processi innovativi); SOSTENIBILITÀ ECONOMICA (entità e ritorno dell’investimento, chiarezza e potenzialità del modello di business, possibilità di accedere a forme di finanziamenti); SOSTENIBILITÀ SOCIALE (ricadute occupazionali dirette, potenziale creazione di indotto a livello locale, coinvolgimento degli stakeholders); SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE (impatti positivi misurabili per l’ambiente, potenziali esternalità negative, presenza di un piano di mitigazione); CIRCULAR ECONOMY (utilizzo di input sostenibili, estensione vita utile, sharing platform, product ad a service, recupero risorse).

 

Sono, questi i 6 criteri di valutazione in base ai quali la commissione giudicatrice, composta da ENEL, COMUNE, REGIONE, POLITECNICO DI MILANO (che ha elaborato i criteri di valutazione) ed UNIVERSITÀ DELLA CALABRIA sta valutando le 6 proposte progettuali (una per uso parziale del sito e 5 relative all’intero sito) contenute nelle offerte vincolanti di acquisto pervenute per la riqualificazione della centrale in contrada S.Irene nell’ambito del progetto nazionale FUTUR-E dell’Enel di riconversione di 23 impianti. Il concorso per proposte progettuali relativo al sito di Rossano è cronologicamente secondo dopo quello di idee previsto per Alessandria.

 

Superata, nei prossimi giorni, la fase di valutazione della compatibilità generale (senza entrare nel merito) delle proposte progettuali rispetto alle linee di indirizzo ed agli ambiti di maggiore interesse condivise da Enel e Comune attraverso un protocollo d’intesa approvato nel 2016 (gestione commissariale), in autonomia Enel procederà alla valutazione dell’offerta economica e, quindi, alla negoziazione ed alla scelta del contraente. – Pur trattandosi di iniziativa aziendale e pubblica con ampio coinvolgimento degli enti territoriali (Regione e Comune, portatore delle esigenze del territorio circostante il sito da riqualificare) quella in essere resta una procedura selettiva vincolata al rispetto del principio di riservatezza, sancito per altro nello stesso citato protocollo d’intesa tra Amministrazione Comunale ed Enel.

 

Gli ambiti di maggiore interesse per lo sviluppo di idee progettuali individuate reciprocamente da Enel e Comune sono quelli: agroalimentare, turistico-ricettivo, culturale, industriale innovativo (start up, incubatori di nuove imprese, attività con innovazione di prodotto o processo), ICT e terziario innovativi, ricerca e sviluppo, logistico e sportivo. Nel protocollo vengono inoltre ritenute non insediabili e non compatibili gli ambiti funzioni residenziali, attività di gestione, trattamento e smaltimento rifiuti (anche sperimentali) o impianti per la produzione di energia elettrica di qualsiasi tipo.

 

In seno alla commissione giudicatrice, l’Amministrazione Comunale ambisce alla maggiore coerenza possibile dei singoli progetti con l’identità storica, produttiva e paesaggistica del territorio, in particolare con le attese turistiche e le potenzialità delle eccellenze agroalimentari attraverso ricerca ed innovazione

 

Presentato nel marzo del 2016 a Rossano, il Progetto FUTUR-E guarda all’energia come al motore di un sistema più versatile ed efficiente e parte dalla consapevolezza che il modo di produrre elettricità è cambiato. La riduzione dei consumi, lo sviluppo delle fonti rinnovabili e l’evoluzione tecnologica delle reti di distribuzione stanno portando a una trasformazione complessiva dell’intero settore elettrico a partire dalle centrali di generazione tradizionali, la cui funzione viene ripensata per tener conto delle crescenti esigenze di sostenibilità ambientale, efficienza energetica e competitività che interessano sia il singolo cittadino sia le aziende elettriche. (Fonte: Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying – 345.9401195

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta