Francesco Cosentino: in meno di cinque mesi, quello che altri, non hanno fatto in più di dieci anni

L’amministrazione comunale di Cariati con a capo il Sindaco Filomena Greco continua a lavorare sodo per rendere il nostro Comune sempre più al passo coi tempi.

Tanti i lavori di ammodernamento già messi in atto e tanti ancora in cantiere ma già pronti a partire.

Così come anticipato dal dott. Francesco Cosentino, Consigliere delegato al Bilancio e ai Tributi, nonché Presidente del Consiglio Comunale, ai microfoni di Cariatinet durante un’intervista.

“Si è riusciti ad approvare in meno di cinque mesi, quello che le precedenti amministrazioni comunali, non hanno fatto in più di dieci anni, e facendo un ottimo lavoro abbiamo colmato un gap di legalità.” – esordisce il Presidente Cosentino.

Durante l’ultimo consiglio comunale sono state approvate le modifiche che riguardano lo statuto, ossia la nostra “piccola costituzione”. Nuova gestione dell’albo pretorio on line, attualizzazione dei quorum per tenere il Consiglio, Istituzione delle Consulte nonché della figura del Cittadino Incaricato, che avranno la funzione di supportare il lavoro dell’amministrazione nei cinque anni.

Meglio chiarite e delineate inoltre le funzioni del Presidente del Consiglio, nonché aggiornata la nomina dei Revisori Contabili, di nomina prefettizia e non più del Consiglio Comunale.

Si è parlato inoltre dei lavori di ammodernamento riguardante la macchina amministrativa. E’ di questo giorni infatti, la notizia del trasferimento temporaneo dell’Ufficio Tributi in un’area decisamente più consona, in attesa di una nuova sistemazione sempre più vicina alle esigenze dei cittadini.

Nuovi gli arredamenti ma anche gli strumenti messi a disposizione del personale e delle utenze stesse. Allo studio anche la predisposizione dei Pos per il pagamento dei tributi comunali, al fine di rendere il servizio più agevole e fruibile.

Partirà da qui a breve inoltre, tra le tante misure per il risanamento delle casse comunali, un’operazione mirata di verifica e accertamento tributario sui Grandi evasori e grandi morosi nel nostro Comune, i quali saranno chiamati a regolarizzare la loro posizione.

Il Presidente del Consiglio inoltre, durante la sua intervista, ha fatto riferimento ad un’altra opera di “ammodernamento” del paese, la raccolta differenziata, esprimendo il suo rammarico per gli atti incivili che si sono verificati proprio nei giorni di avvio del servizio.

Da calendario infatti, il giorno dedicato al primo incontro di quartiere, utile a rendere edotta la cittadinanza sulle modalità e i tempi della raccolta, degli ignoti hanno incendiato diversi cassonetti in diverse zone del paese. “Tali gesti – sottolinea il Presidente – non ci fermeranno. Ogni volta che soffia il vento del cambiamento c’è chi costruisce muri e chi mulini a vento. Noi costruiremo mulini a vento insieme a tutti i cittadini onesti e desiderosi di un futuro più roseo, continueremo a lavorare sempre e solo in questa direzione senza fermarci mai.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta