Falsa la notizia circa le dimissioni del sindaco di Cariati.

In questi giorni circola sempre con più insistenza nell’opinione pubblica la notizia delle dimissioni del primo cittadino Filippo Sero, anche a seguito dell’ultima Assise comunale, in cui è stato acclarato ufficialmente da parte della maggioranza “il default” delle finanze dell’Ente, tanto da determinare gli esponenti della stessa maggioranza a votare la delibera consiliare del Pre-Dissesto. La notizia delle dimissioni per molti cittadini sembrerebbe essere attendibile, in quanto nell’ultimo Consiglio comunale il maggiore esponente dell’attuale maggioranza Leonardo Trento, delegato al personale, già assessore provinciale al Territorio, ha dichiarato che, nel giro di trenta giorni, ove la drammatica situazione finanziaria dovesse persistere, sarebbe opportuno un “disimpegno” dell’attuale esecutivo. In merito alla disastrata problematica finanziaria e sulle ventilate dimissioni del sindaco, abbiamo voluto sentire il capogruppo dell’Unione Civica Cariati nel cuore. “Sto invocando le dimissioni dell’attuale Esecutivo e dello stesso sindaco, puntualizza Mario Sero, da numerosi anni, senza mai ottenere, purtroppo, il tanto sperato risultato”. Mario Sero non ha tentennamenti sull’annosa problematica e sferra sempre più stilettate. “La drammatica situazione politica, amministrative e finanziaria del comune di Cariati, infierisce Mario Sero, dovrebbe imporre moralmente ai nostri amministratori una seria riflessione sulle drastiche, e non più procrastinabili, decisioni. Quando non si e più in grado, prosegue l’esponente di minoranza, di condurre la macchina amministrativa perché non si riescono più a dare risposte positive e nel contempo ad assicurare i servizi primari ed essenziali (raccolta rifiuti, viabilità, pubblica illuminazione, pulizia e spazzamento, pagamento degli stipendi, dei fornitori, imprese e professionisti) allora è giunto il momento di ammettere il proprio fallimento, di farsi da parte, garantendo, cosi, un democratico ricambio alla squadra del Comune”. Mario Sero rivolge infine un appello all’intera maggioranza: “Invoco per l’ennesima volta, conclude Mario Sero, un atto di responsabilità e amore per la nostra cittadina ed invito, formalmente, il sindaco Filippo Sero e tutta “la sparuta maggioranza” a rassegnare irrevocabilmente le dimissioni”. La notizia sulle dimissioni del sindaco, che circola in questi giorni, è dovuta a nostro avviso, dopo gli accertamenti espletati presso il protocollo dell’Ente, sia all’esasperazione della popolazione, stremata dall’invivibilità, determinata dalla mancanza dei servizi, dall’enorme massa dei rifiuti male odoranti, dai cassonetti incendiati che producono diossina e conseguente danneggiamento alla salute pubblica, nonché dalle strade cittadine ed interpoderali rese intransitabili per le numerose buche , quasi voragini, e dai numerosi post, pubblicati sui social network che continuano a chiedere le dimissioni dell’attuale esecutivo.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta