Dov Neimand, un navigatore solitario, di trent’anni, in giro per il mediterraneo con il Kayak, ha fatto tappa a Cariati.

Dov Neimand, un navigatore solitario, di trent’anni, in giro per il mediterraneo con il Kayak, un’imbarcazione simile a una canoa, ha fatto tappa a Cariati, ospitato dalla Lega Navale. Il canoista, proveniente da New York, dopo essersi laureato all’università di Israele in Matematica, è voluto ritornare in Europa e precisamente a Barcellona, da dove è cominciata la sua avventura. Circumnavigare il mediterraneo partendo dalla città spagnola alla volta di Napoli in aereo, da qui ha avviato il tentativo di realizzare il suo sogno: arrivare a Cipro in Kayak. Partito da Napoli, quindi, facendo giornalmente tappa nelle varie sedi portuali della costa calabra è arrivato fino a Cariati, dove è stato ospitato presso la sede della Lega Navale, nell’area portuale, diretta da Giovanni Cufari. Da qui ripartirà per fare tappa presso altre sedi della Lega, che di fatto stanno sostenendo moralmente e fornendo un tetto per riposare e ospitalità, al navigatore solitario, che può contare solo sulle proprie risorse. Un sogno scaturito dal suo amore per il mare e dalla voglia di vedere il mondo da un punto di vista diverso, da una prospettiva nuova. Dov ci ha confidato che quello che sta facendo “ E’ il modo migliore di girare il mondo. Penso, comunque, che non tutti siano in grado di fare quello che sto facendo, perché bisogna avere una forte personalità ed uno spirito di avventura molto temerario. Anche perché, spesso, sono costretto a dormire in canoa, sulla spiaggia, quando non trovo sistemazione migliore”. Durante la navigazione, ci dice, si nutre di formaggio e di crackers e pagaia circa sei o sette ore al giorno e pensa di concludere il suo viaggio prima del mese di giugno, risalendo la Calabria, la Puglia e da qui giungere in Grecia e, infine, Cipro.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta